Oggi vi parlo del serial killer chiamato il Fantasma di Texarkana, che in Texas, negli anni 40, ha violentato e ucciso vari giovani.

A metà del 1946, Texarkana, città del Texas, negli Stati Uniti, conobbe un’ondata di criminalità violenta, in cui i giovani furono violentati e uccisi dal killer detto il fantasma di Texarkana.

A differenza di molte piccole città del Texas, Texarkana era piuttosto violenta a metà degli anni 1940, le rapine e omicidi erano all’ordine del giorno.

Gli omicidi

Nel febbraio 1946, Jimmy Hollisdi 25 anni e Mary Jeanne Larey, 19, erano nella loro macchina; i due avevano visto un film e mentre stavano tornando a casa, decisero di appartarsi in una strada deserta.

Dieci minuti dopo aver parcheggiato, un uomo incappucciato si è avvicinato al finestrino del conducente puntandogli una pistola e disse: “Non voglio ucciderti amico, fai come dico.”

Il malvivente ha colpito con un oggetto la testa di Jimmy, che è svenuto e successivamente ha tentato di stuprare Mary.

Successivamente, un’auto stava passando per di lì e dopo aver visto i fari avvicinarsi, il criminale è fuggito.  Jimmy e Mary Jeanne sono stati portati in ospedale e sono sopravvissuti.

Nel marzo di quell’anno ebbe luogo un altro attacco. Questa volta, i corpi di Richard Griffin, 29 anni, e Polly Ann Moore, 17, sono stati trovati dalle autorità in una strada, entrambi uccisi con un’arma da fuoco di calibro 32.

Nell’aprile 1946, tre settimane dopo il primo omicidio, Betty Jo Booker, 15 anni e Paul Martin, 17, sono stati trovati morti dagli agenti di polizia. 

Oltre ad aver stuprato Betty, l’assassino ha ucciso entrambi i giovani con una pistola calibro 32.

La polizia ha trovato subito delle somiglianze tra i due omicidi. Tutte le vittime erano coppie e sono state colpite con una pistola calibro 32. L’arma era addirittura la stessa usata nel primo attacco, secondo gli inquirenti.

Quindi il panico si è diffuso in città: alcune famiglie si sono rifugiate in un albergo, altre hanno acquistato armi e sui giornali, il criminale era chiamato il fantasma di Texerkana.

Nel maggio dello stesso anno, Virgil Starks, un agricoltore di 37 anni viene ucciso mentre è affacciato alla finestra del salotto.

Questa volta, l’arma usata è una pistola semiautomatica calibro 22, ma gli investigatori danno la colpa al fantasma di Texarkana.

Il sospettato

Dopo varie indagini, la polizia ha arrestato un giovane di 29 anni, chiamato Youell Swinney. L’arresto è avvenuto dopo alcune dichiarazioni da parte della moglie, convinta che il marito fosse il colpevole.

Successivamente però, la moglie cambiò la versione dei fatti dicendo che il marito non era l’assassino; a questo punto venne dichiarata testimone inattendibile.

L’uomo si è sempre dichiarato innocente, ma dopo alcuni interrogatori, è stato condannato all’ergastolo nel 1947.

Nel 1973 Swinney ha chiesto la scarcerazione per mancanza di prove, richiesta che è stata accettata nel 1974, quando è stato scarcerato.

Youell Swinney è morto nel 1994 e il colpevole dei crimini commessi nella città di Texarkana, rimane ancora sconosciuto.

Qua sotto vi lascio alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Seguiteci su Facebook.

Condividi

About Marco Buoso

Marco ama i film d'azione, i grandi classici intramontabili ma anche le nuove serie come Casa di Carta e Narcos. Non solo si interessa al film o serie, ma ricerca curiosità su attori e notizie in anteprima.

View all posts by Marco Buoso
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti