La misteriosa scomparsa della famiglia Martin

Oggi vi parlo della famiglia Martin, che nel dicembre del 1958, è scomparsa senza lasciare traccia. Ecco i dettagli.

Era una mattina del 7 dicembre 1958 a Portland, negli Stati Uniti, quando la famiglia Martin decise di uscire di casa per fare uno shopping natalizio.

Intorno alle ore 13:00, Kenneth Martin di 54 anni e sua moglie, Barbara Martin (48), sono saliti a bordo dell’auto, una Ford Country Square, accompagnati dalle figlie Barbara di 14 anni, Virginia (13) e Susan (11). 

L’orario scelto da Kenneth era considerato strano, poiché doveva fare lungo viaggio in auto in una giornata invernale e l’uomo odiava guidare di notte.

Molte persone hanno visto la famiglia dirigersi verso la Columbia River Gorge, inclusi testimoni i quali hanno riferito che Kenneth, indossava una giacca beige con pantaloni scuri.

Erano circa le 4 del pomeriggio quando Dean Baxter, un benzinaio a Cascade Locks, riferì che l’auto di famiglia si era fermata per fare benzina. 

Kenneth comprò cinque galloni di benzina, pagò con la sua carta di credito, salì sul suo veicolo e si diresse a est. Un’ora dopo, la cameriera Clara York servì i Martins al Paradise Snack Bar, situato a Hood River. 

Secondo Clara, la famiglia era felice e sorridente e continuava a parlare del viaggio di Natale.

La scomparsa

L’8 dicembre, Taylor Eccles, il capo di Kenneth presso l’Eccles Electric Home Service, ha chiamato l’uomo dopo che non si è presentato al lavoro, ma non ha ricevuto risposta. 

Kenneth non era mai assente o si prendeva un giorno libero senza avvisarlo, quindi Eccles preoccupato, ha telefonato alla polizia.

Gli agenti sono andati a casa della famiglia per controllare se era tutto a posto e hanno notato che i piatti della colazione erano ancora sparsi intorno al tavolo e un vestito da Babbo Natale sul divano, poiché Kenneth aveva l’abitudine di indossarlo per far felici i bambini del quartiere.

Il giorno dopo, la polizia nelle contee di Multonomah e Hood River ha avviato un’indagine per scoprire dove si trovasse la famiglia.

Le indagini sulla famiglia Martin

Durante le indagini, hanno trovato un Chrevrolet bianco rubato in California e abbandonato a Cascade Locks lo stesso giorno in cui la famiglia è scomparsa. 

Cercando di collegare i fatti, hanno scoperto in una dichiarazione di Clara York, che due uomini che non sembravano essere della regione, se ne sono andati non appena i Martin hanno lasciato il ristorante.

Il giorno dopo, la polizia ha arrestato Roy Light e il suo complice per aver rubato la Chevrolet. Ma non è stato possibile stabilire un collegamento con la scomparsa della famiglia Martin.

Meno di una settimana dopo, una donna di nome Bonnie Cocks è andata al dipartimento di polizia di Hood River per consegnare una pistola calibro 38.

L’arma era ricoperta di sangue secco, ed è stata trovata da suo marito nei boschi di Cascade Locks, a pochi metri dalla Chevrolet abbandonata.

Gli agenti hanno scoperto che la pistola era stata rubata in una armeria, da Donald Martin, il figlio maggiore della coppia Martin.

Donald è diventato subito un sospettato, soprattutto perché alcuni parenti della famiglia, hanno dichiarato che il ragazzo non aveva una buona relazione con i suoi genitori.

Durante l’interrogatorio però, non sono state trovate prove che collegassero Donald con la scomparsa dei Martin.

Un parziale ritrovamento

Nel maggio del 1959, un impianto di perforazione ha colpito qualcosa nel fondo del fiume Dalles: gli operatori hanno cercato di sollevare l’oggetto, ma ha finito per affondare del tutto.

Il giorno dopo, un pescatore e sua moglie hanno visto due corpi galleggiare nel fiume vicino a Cascade Locks. La scientifica ha recuperato i corpi e ha scoperto dai denti, che si trattava di Susan Martin, la figlia più giovane della famiglia. 

Virginia, la sorella, è stata trovata il giorno successivo alla diga di Bonneville, a circa 40 km di distanza da Susan e il referto medico ha stabilito che entrambe sono annegate.

La polizia ha concluso che la perforatrice avrebbe urtato l’auto della famiglia e rimosso una delle porte, facendo emergere i corpi delle due ragazze.

La zona è stata nuovamente perquisita, ma purtroppo non sono riusciti a trovare altro.

Gli altri membri della famiglia e l’auto non furono mai ritrovati; le due sorelle sono state sepolte fianco a fianco, in un cimitero locale.

L’unico sospettato

Le persone non riuscivano a smettere di parlare, su quanto fosse sospettoso Donald Martin, soprattutto perché non si è nemmeno presentato alla sepoltura delle sue sorelle.

Alcuni mesi dopo, il ragazzo ha ricevuto tutti i beni della famiglia, essendo lui l’unico beneficiario.

Per gli inquirenti si trattava di una coincidenza troppo grande, ma la mancanza di prove aveva impedito loro, di fare qualsiasi tipo di accusa.

Nel frattempo, Donald Martin si è trasferito alle Hawaii, dove si è sposato e ha avuto figli; è venuto a mancare nel 2004.

Qua sotto vi lascio alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Il misterioso caso di Nicholas Barclay

Seguiteci su Facebook.

Marco Buoso è un esperto del mistero a livello internazionale, con grande esperienza nelle indagini. Il suo contributo è molto importante per il team, considerato uno dei più saggi e dotato di grande saggezza. Buoso ha dedicato la sua vita alla ricerca e alla comprensione dei fenomeni paranormali e misteriosi, accumulando una vasta conoscenza e competenza in questo campo. Attualmente si trova in Brasile dove sta investigando su alcuni fenomeni paranormali, mettendo a disposizione la sua esperienza e la sua competenza per portare alla luce la verità su questi misteri.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x