Il pozzo di Kola: il buco più profondo del mondo

Oggi parliamo del pozzo di Kola, un buco di 12 chilometri che è stato scavato dall’uomo.

Nel 1970 iniziò la perforazione del pozzo di Kola, in Russia che arrivò a una profondità di 12.226 metri. Un enorme successo per gli esperti sovietici, ma pochi sanno che originariamente la lunghezza doveva essere di 15.000.

Il lavoro venne sospeso nel 1990, a causa di vari problemi con gli strumenti di trivellazione.

Quando è stato raggiunto il traguardo dei 12 chilometri, è stato segnalato al mondo intero e persone provenienti da molti paesi, sono venute a vedere il risultato. 

Alcuni ricercatori hanno calato nel buco, un microfono con protezione termica e quando è arrivato nel punto più profondo del pozzo, ha registrato uno strano suono lamentoso, come se le anime chiedessero aiuto.

Nel 1993, dei giornalisti italiani hanno deciso di condurre le proprie indagini e secondo quanto riferito, hanno parlato con tre degli operai coinvolti nella perforazione. 

Secondo uno di loro, a una profondità di 12.000 metri, la temperatura superava i 200 gradi.

Per questo motivo, l’attrezzatura spesso si guastava e dovevano cambiare gli strumenti di perforazione, due o tre volte alla settimana, un tale spreco che ha portato alla chiusura del progetto. 

Così non fu possibile raggiungere la profondità di 15 chilometri, stabilita all’inizio dello scavo.

Urla e demoni

Il secondo operaio per anni ha raccontato la storia che dei demoni avevano fatto impazzire i lavoratori. A causa di questi casi iniziò un afflusso di specialisti, che confermò la presenza di urla e rumori nel pozzo, a grande profondità.

Il terzo partecipante agli scavi del pozzo di Kola, ha affermato che alcuni operai, hanno riferito di aver visto un demone alato uscire dal buco e scomparire nel nulla.

Non si sa quanto possano essere vere tutte queste storie inquietanti, ma il pozzo ha portato varie scoperte interessanti, eccone alcune:

1. Batteri pietrificati primitivi, trovati nelle rocce, di 3 miliardi di anni.

2. Grazie alla ricerca è stato possibile stabilire, che l’età della Terra è di un miliardo e mezzo di anni più vecchia di quanto si pensasse.

3. La temperatura nelle viscere della Terra è irregolare e più alta, di quella che gli scienziati stimavano.

Per quanto riguarda il demone visto, è un po’ difficile credere a questo racconto, forse il lavoro pesante e la stanchezza, hanno fatto sì che gli operai avessero delle allucinazioni.

Qua sotto vi lascio alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Il gassatore di Mattoon

Seguiteci su Facebook

Marco Buoso è un esperto del mistero a livello internazionale, con grande esperienza nelle indagini. Il suo contributo è molto importante per il team, considerato uno dei più saggi e dotato di grande saggezza. Buoso ha dedicato la sua vita alla ricerca e alla comprensione dei fenomeni paranormali e misteriosi, accumulando una vasta conoscenza e competenza in questo campo. Attualmente si trova in Brasile dove sta investigando su alcuni fenomeni paranormali, mettendo a disposizione la sua esperienza e la sua competenza per portare alla luce la verità su questi misteri.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x