Non è un segreto che lo spazio sia pieno di misteri…

La nostra specie ha appena superato la luna del nostro pianeta e solo una delle nostre sonde, Voyager 1, ha lasciato il sistema solare. Prima dei 7 misteri spaziali dovete sapere che…

Gran parte di ciò che abbiamo appreso sullo spazio profondo è stato ricostruito da oggetti in caduta e viste dai telescopi.

Alcuni dei famosi (e agghiaccianti) misteri spaziali, come la faccia su Marte  (erano ombre), o il satellite del cavaliere nero  “UFO” (sono detriti satellitari), sono stati risolti.

Ma lo spazio è pieno di fenomeni inspiegabili che fanno vergognare quelle due semplici illusioni ottiche.

E alcuni dei 7 misteri spaziali inclusi in questa presentazione potrebbero contenere la chiave per comprendere l’universo.

I Buchi neri

I buchi neri sono le sabbie mobili cosmiche per eccellenza. 

Si formano quando una stella gigante collassa, implodendo in una minuscola area di gravità così intensa che anche la luce circostante viene risucchiata.

Ciò significa che, anche se abbiamo un senso di come i buchi neri funzionano, abbiamo ancora mai realmente visto uno – sono invisibili ai telescopi che captano  le radiazioni elettromagnetiche, luce o raggi-X . 

Possiamo solo immaginare che aspetto abbiano all’interno.

Il vuoto gigante

A differenza di un buco nero, il Giant Void non è un buco nello spazio, ma è curiosamente vuoto sia di materia che di materia oscura. 

E anche diverso da un buco nero, la luce può passare attraverso il vuoto, sebbene gli scienziati credano che contenga energia oscura .

Non è nemmeno l’unico vuoto nello spazio, sebbene sia il più grande, con un diametro stimato di 1,3 miliardi di anni luce .

Materia oscura

La materia oscura è ancora un mistero, ma facciamo affidamento su di essa per aiutare a spiegare alcune delle incognite del nostro universo: i cosmologi credono che fino al 27% dell’universo sia materia oscura.

Siamo più sicuri di cosa non sia la materia oscura  piuttosto che di cosa sia. 

Non è fatto di buchi neri (la leggera deformazione che provocherebbero non è presente).

Una teoria: la materia oscura dell’universo è costituita da buchi neri primordiali .

Energia oscura

Tra i 7 Misteri spaziali è quello più intrigante…

Oltre al 27% dell’universo che si crede sia materia oscura, molto di più è sotto forma di energia oscura, che costituisce circa il 68% di tutto ciò che ci circonda (la materia “normale” che tutti conosciamo e amiamo è solo 5% dell’universo).

E come la materia oscura, non sappiamo molto sull’energia oscura, ma l’ipotesi attuale è che sia ciò che sta dietro la crescente espansione dell’universo (mentre la materia oscura lo rallenta).

Gran parte della nostra comprensione della materia oscura e dell’energia deriva dal Cosmic Microwave Background, un’istantanea della radiazione termica “presto” ( 380.000 anni ) dopo il Big Bang, quando si formarono per la prima volta gli atomi di idrogeno.

Il grande attrattore

C’è qualcosa di veramente attraente a 220 milioni di anni luce di distanza, e sta trascinando la nostra intera galassia verso di esso.

Sin dal Big Bang, l’intero universo si è espanso, quindi ha senso che la nostra galassia si muova. 

Ma non nella direzione in cui è diretto .

L’ammasso sopra indicato è un’anomalia gravitazionale nota come Grande Attrattore e la sua luminosità è dovuta alla sua attrazione gravitazionale. 

Alcuni indicano la materia oscura come causa di ciò. 

Altri affermano che la nostra galassia, la Via Lattea, sta bloccando la nostra visione di qualunque cosa ci stia spingendo verso di essa a 1,4 milioni di mph.

La misteriosa luna di Saturno, “Peggy”

Per un breve momento, Saturno ha avuto una piccola e misteriosa luna, chiamata Peggy.

Nel 2013, Cassini della NASA ha scattato questa istantanea degli anelli di Saturno e ha catturato un disturbo che gli astronomi credevano fosse una nuova piccola luna che si stava formando. 

La scoperta ha fatto luce su come si sono sviluppati gli altri 67 satelliti di Saturno.

Sfortunatamente, come ha sottolineato il Jet Propulsion Lab della NASA in un comunicato stampa che annunciava il satellite, “l’oggetto non dovrebbe diventare più grande e potrebbe persino cadere a pezzi”. 

Lo stato attuale di Peggy è sconosciuto.

“La stella di Tabby”, KIC 8462852

Tra i 7 misteri spaziali, non poteva mancare una stella…

La stella KIC 8462852 non ha solo un nome accattivante e memorabile, è anche un’anomalia irrisolta distante 1.500 anni luce .

C’è qualcosa di grande nel modo di KIC 8462852, noto anche come “Tabby’s Star”. 

Circa il 20% della luce emessa dalla stella è bloccato dal nostro punto di osservazione. 

Probabilmente non è un pianeta, anche uno grande come Giove bloccherebbe solo l’1% di una stella delle dimensioni di  KIC 8462852.

Alcuni hanno suggerito che sia un Dyson Swarm, una versione meno completa di una megastruttura nota come Dyson Sphere, che circonda una stella e ne raccoglie l’energia prodotta. 

Probabilmente avremo un’idea migliore di cosa sta succedendo alla stella quando la NASA lancerà il James Webb Space Telescope nel 2018, ma fino ad allora, la “megastruttura aliena sconosciuta” sembra una spiegazione piuttosto interessante.

Fammi sapere se li conoscevi tutti e ricorda di condividere l’articolo nei social!

Ecco altri articoli selezionati per te:

Condividi

About Donovan Rossetto

Esperto RetroGamer, scrittore, giornalista e divulgatore di tematiche legate al mondo del Mistero. Appassionato di StarWars e della nuova console Microsoft. Passa il tempo nella ricerca di verità e giocando all'Oculus! Uno dei più forti in Italia su CS:GO e sui giochi picchia-duro.

View all posts by Donovan Rossetto
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti