Mistero

Il Progetto Blue Book

Oggi parliamo del Progetto Blue Book, uno studio iniziato nel 1947 sugli avvistamenti UFO, oggetti volanti non identificati.

Il progetto Blue Book, o Project Blue Book, è noto come una serie di studi sulla presunta presenza di oggetti volanti non identificati, UFO, condotti dall’aeronautica degli Stati Uniti.

I documenti del piano, iniziato nel 1947, furono archiviati dalle autorità statunitensi per molti anni, tuttavia, dopo l’insistenza dello storico John Greenewald, che impiegò quasi decenni a chiedere la rivelazione dei documenti ritenuti, il risultato degli studi fu pubblicato, generando curiosità fino a oggi.

Quando si concluse nel 1969, il progetto Blue Book aveva raccolto circa 12.000 rapporti sugli UFO negli Stati Uniti. Lo studio è stato creato poco dopo la seconda guerra mondiale, ed è emerso con l’intenzione di interrompere l’isteria della popolazione, dopo le crescenti lamentele per oggetti volanti non identificati.

Negli anni ’40 e ’50, gli eventi relativi agli UFO furono discussi anche dai più alti livelli del governo degli Stati Uniti. Dopo due decenni di ricerca, si è scoperto che la maggior parte delle testimonianze erano identificazioni errate di fenomeni naturali, ad esempio nuvole e stelle.

Secondo il National Reconnaissance Office, la maggior parte degli episodi potrebbe essere spiegata: gli avvistamenti erano di aerei, mongolfiere o persino eventi della natura, o cambiamenti meteorologici.

Tuttavia, più di 700 delle testimonianze non hanno presentato alcuna risposta concreta a quanto accaduto, anche dopo insistenti analisi da parte degli ufologi. 

Evento singolare

Lo storico Greenewald evidenzia uno dei casi, questo in particolare accaduto nel 1964, a Socorro, New Mexico, Stati Uniti. A quel tempo, un agente di polizia locale ha affermato di aver interrotto un inseguimento dopo aver visto qualcosa di strano librarsi nel cielo.

L’uomo ha riferito di aver proceduto a seguire l’oggetto, che ha descritto come “qualcosa di rosso dalla forma strana”. L’ufficiale di polizia ha affermato di aver visto l’UFO atterrare e che due esseri delle dimensioni di bambini, sono emersi dall’interno dell’oggetto. Poco dopo, il disco volante è ripartito a una velocità impressionante.

Tracce e bruciature sul terreno sono rilevate successivamente ma nonostante questo, nessuno ha mai indagato a fondo su questo caso.

Secondo John Greenewald ci sono ancora una serie di documenti sugli UFO, che non sono stati rilasciati dal governo degli Stati Uniti . L’uomo crede che il progetto Blue Book sia solo la “punta dell’iceberg”.

Lo storico afferma che gli studi sugli oggetti volanti non identificati, non si limitano alla sola US Air Force. Per lui anche altri enti governativi come la CIA e l’agenzia di intelligence della difesa hanno indagato sulla presenza degli, UFO, ma i documenti non sono mai stati diffusi.

John afferma che continuerà a fare pressione sulle autorità statunitensi, con l’obiettivo di avere accesso a tutte le pratiche burocratiche che riguardano la ricerca sull’argomento.

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

L’uomo di metallo di Falkville

Seguiteci su Facebook

Condividi
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x