Oggi vi parlo della presunta maledizione, che avrebbe ucciso quasi tutto il cast principale, della serie Il mio amico Arnold.

La serie tv Il mio amico Arnold, prodotta tra il 1978 e il 1986, divenne famosa in tutto il mondo; ma si dice che, dopo la conclusione, una maledizione abbia ucciso quasi tutti gli attori protagonisti.

La sitcom comica, durata 189 episodi, racconta la storia di Arnold e Willis Jackson, due fratelli poveri della zona di Harlem. La loro madre lavorava per un ricco vedovo, ma quando la donna è morta, i fratelli sono stati adottati dall’uomo e si sono trasferiti in un attico in un quartiere di lusso di New York.

Attori

Gary Coleman (Arnold)

Il protagonista della serie ha lavorato nella produzione dai 10 ai 18 anni. Poiché soffriva di una disfunzione renale che gli rendeva impossibile la crescita e lo sviluppo, Gary sembrava avere 10 anni per tutta durata della serie.

Quando è diventato adulto, l’attore non ha più attratto l’attenzione di produttori o registi cinematografici. Ha ottenuto solo poche apparizioni in alcuni episodi di altre serie, come A Nutshell, Me, The Mistress and the Kids e Drake & Josh.

Purtroppo, pare che abbia tentato il suicidio due volte, ed è stato persino arrestato per aver colpito un fan. Indebitato, ha citato in giudizio i suoi genitori e il suo ex manager, accusandoli di avergli rubato denaro.

Il suo ultimo lavoro è stato come guardia di sicurezza in un centro commerciale di Los Angeles. 

Gary è morto nel 2010 all’età di 42 anni, dopo essere caduto da una scala a casa sua e aver subito un’emorragia cranica.

Dana Plato (Kimberly)

L’attrice ha lasciato la serie due anni prima che terminasse, poiché era rimasta incinta. In seguito ha sposato il chitarrista rock Lanny Lambert e con il passare del tempo è diventata una tossicodipendente.

Dopo un’overdose, l’attrice ha rivelato di aver bevuto bevande alcoliche e usato droghe, anche durante gli anni in cui ha partecipato alla serie.

Nel 1990 rimase scioccata con la morte della madre e venne anche abbandonata dal marito. 

Disoccupata e senza un soldo, iniziò a lavorare in una lavanderia a gettoni, ma guadagnava pochissimo. Fu allora che decise di rapinare un negozio di video, ma alla fine fu arrestata e scontò cinque anni in libertà vigilata.

Durante la libertà vigilata, è stata incarcerata per 30 giorni per aver falsificato una prescrizione. Nel 1999, a soli 34 anni, muore per overdose di farmaci nella roulotte in cui viveva, fuori dalla casa di sua suocera.

Dopo aver scoperto quante pillole aveva ingerito l’attrice, la polizia ha concluso che si era suicidata, ma le persone vicine a Dana, dichiararono che era stata in qualche modo uccisa.

Charlotte Rae (Edna)

Charlotte nella serie, ha interpretato Edna la governante del vedovo milionario Philip. Ha lavorato anche come comica e cantante per molti anni. 

Nel 2009 è riuscita a curarsi da un cancro al pancreas, la stessa malattia che aveva ucciso sua sorella, suo zio e sua madre. Nel 2017 le è stato diagnosticato un cancro alle ossa, che l’ha portata alla morte nell’agosto del 2018.

Conrad Stafford Bain (Philip)

L’attore, che ha iniziato la sua carriera all’età di 45 anni, ha girato molti film e una serie prima di recitare in Arnold. Dopo la serie, il ritmo del lavoro è rallentato. Ha fatto due serie più brevi e alcuni film. Il lavoro più longevo dopo Il mio amico Arnold, è stato il programma per bambini, Under the Umbrella Three, che è andato in onda fino al 1993.

Ha anche partecipato alla serie con protagonista Selena Gomez, I maghi di Waverly Place, nel 2007. L’attore ha deciso di ritirarsi e di stare lontano dalla TV da allora. Nel 2013, all’età di 90 anni, è morto nella sua casa e secondo la famiglia, la morte sarebbe stata per cause naturali.

Todd Anthony Bridges (Willis)

L’unico attore principale della serie ancora in vita è Todd Anthony Bridges, che interpretava Willis, ma questo non vuol dire che la sua vita sia stata più facile dei suoi compagni della sitcom. 

Durante Il mio amico Arnold, era considerato da tutti un fenomeno, ma dopo la fine della serie, la sua carriera è andata in discesa.

È stato arrestato più volte a causa di problemi di droga e violenza e oggi tiene conferenze riguardanti il pericolo di queste sostanze.

Nel 2010 ha scritto un libro intitolato Killing Wills, dove parla dei suoi problemi avuti con la droga e con la legge.

Qua sotto vi lascio alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Seguiteci su Facebook.

Condividi

About Marco Buoso

Marco ama i film d'azione, i grandi classici intramontabili ma anche le nuove serie come Casa di Carta e Narcos. Non solo si interessa al film o serie, ma ricerca curiosità su attori e notizie in anteprima.

View all posts by Marco Buoso
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti