Monster Harvest è un indie game sviluppato dalla Maple Powered Games.
per Nintendo Switch, PlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows, PlayStation 5.

Vi daremo una spiegazione molto dettagliata, del gioco.

Ma prima iniziamo l’articolo con la Trama e il Trailer:

Trama rivisitata da Steam:

Un’avventura in una fattoria fuori dal comune!
Sviluppa la tua fattoria, costruisci e personalizza la tua casa, crea i tuoi mobili, prepara deliziose confetture e muta le tue coltivazioni per creare dei compagni leali e forti, da schierare in battaglia!

Trailer su Youtube:

Il Gameplay di Monster Harvest

Monster Harvest inizia con una storia familiare in cui tu, un cittadino disilluso, ricevi una lettera da uno zio con cui non parli da anni.

Che ti chiede di occuparti della sua fattoria disordinata.
A quanto pare, tuo zio è in realtà uno scienziato eccentrico e la sua fattoria è stata messa da parte a causa di un importante passo avanti che ha fatto nella sua ricerca.

Vedi, tuo zio ha trovato un modo per creare una nuova specie di ibridi vegetali/animali che si chiamano: Planimals.

E ora una società malvagia chiamata SlimeCo si è appena trasferita in città e potrebbe avere o meno piani nefasti per queste nuove entità.

Cosa si fa in Monster Harvest?

Il compito principale in Monster Harvest è l’agricoltura.

I giocatori ottengono in dotazione una zappa per dissodare il terreno, un annaffiatoio per innaffiare, un’ascia per tagliare gli alberi e un piccone per rompere le rocce.

I semi possono essere acquistati in città o trovati nei sotterranei, crescono solo in stagioni prestabilite e producono verdure dopo un determinato numero di giorni.

Le verdure mature possono essere vendute, consumate per ottenere più resistenza, combinate in piante ibride o cotte una volta acquistato un aggiornamento della casa.

Mentre la maggior parte di questi sono semplici fattorie di coltivazione, la parte divertente di Monster Harvest sta facendo nessuna di queste cose però!

Tutte queste cose possono sembrare interessanti, ma vorrei ricordare che gran parte di queste funzionalità vengono fornite con zero spiegazioni in-game.

Coloro che hanno poca esperienza nei simulatori agricoli, potrebbero facilmente perdere interi aspetti del gioco poiché ai giocatori viene detto esplicitamente molto poco.

I combattimenti in Monster Harvest:

Non molto tempo dopo aver avviato la tua fattoria, ti viene dato accesso a un tipo speciale di melma che può trasformare un raccolto di erba in un Planimal che fa subito amicizia con te.

Una volta che ti senti a tuo agio con la tua squadra, puoi correre in un sotterraneo vicino generato casualmente per combattere i nemici e vincere più chicche con cui costruire la tua fattoria.

Entrare in contatto con un nemico in un dungeon ti farà saltare a una schermata di battaglia separata in cui sei costretto a sopportare uno dei sistemi di battaglia più aridi e poco interessanti che abbiamo mai visto in un gioco di ruolo.

Indipendentemente da quanti Planimal hai nella tua squadra, solo quello in testa che ti stava seguendo potrà partecipare alla battaglia e tu hai solo tre mosse a tua disposizione.

Insomma il sistema di battaglia è il luogo in cui Monster Harvest ha avuto la possibilità di distinguersi dalla lunga serie di cloni di Rune Factory e Stardew Valley. 

In battaglia, i planimal possono usare fino a tre attacchi in base al livello che hanno raggiunto.

I Planimal combattono finché uno non muore. 

Se i planimal dei giocatori muoiono, se ne vanno per sempre, poiché non esiste una meccanica di resurrezione. 

Al giocatore viene lasciata la misera ricompensa di alcuni cuori che possono essere usati per aumentare la qualità del suolo nella fattoria, in modo che i futuri planimal inizino a livelli più alti. 

È una pillola difficile da ingoiare quando dozzine di creature amorevolmente allevate muoiono in combattimento, giocandoci mi è effettivamente dispiaciuta la cosa.

Reparto Audio e Grafica:

Grafica:

Il mondo è ben progettato, con una tavolozza di colori brillante che mostra quanto può essere eccezionale la pixel art. 

L’angolo di visione leggermente inclinato e gli effetti di ombreggiatura conferiscono una leggera sensazione 3D agli ambienti 2D.

 I design dei personaggi e degli NPC, tuttavia, sembrano semplici e piatti, come se fossero personaggi a 8 bit che girano in un mondo a 16 bit. 

Semplicemente non sembrano gelificare bene insieme. 

Audio:

Una cosa che Monster Harvest fa bene è impostare il tono in modo udibile, con musica pacifica che si adatta perfettamente all’atmosfera di un simulatore agricolo.

La nostra recensione

Non c’è niente di sbagliato nell’idea di un simulatore di fattoria con elementi che catturano mostri, ma Monster Harvest fa un duro lavoro nel convincerti di questo.

Monster Harvest è un gioco davvero ottimo!
C’è molta storia principale e tanta interazione con gli NPC, un sistema di battaglia con caratteristiche uniche.

Purtroppo il gioco non ha nessuna missione secondaria, ma contiene piccoli obiettivi intermedi durante il gioco.

Inoltre l’editore Merge Games ha ripetutamente affermato che il contenuto aggiuntivo verrà rilasciato al termine del debug.

Quindi a noi il gioco è piaciuto molto e siamo contenti di avere avuto modo di provarlo.

Prima di concludere, volevamo ringraziare per la key di gioco ricevuta e ricordare che non influenza mai sul nostro voto finale.


Voto conclusivo:

Altre recensioni:

Condividi

About Vincenzo Ruggiero

Vincenzo Ruggiero, esperto MEME Italia, doppiatore di anime e spot pubblicitari. Fu il primo a portare il Flame nel mondo di Youtube!

View all posts by Vincenzo Ruggiero
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti