The King Of Fighters XV, la recensione del Cartel

King of Fighters XV: un fallimento innovativo che delude le aspettative

Nonostante la sua pretesa di fama, la serie King of Fighters sembra non avere alcuna idea di come gestire il concetto di un gioco di combattimento a squadre. L’idea è semplice: si formano squadre di tre personaggi per sfidare i rivali, ma la sua realizzazione è orribilmente mal gestita.

A differenza dei suoi superiori, come Marvel vs Capcom 2 e 3 e Dragon Ball FighterZ, il gioco non offre alcun sistema di tag. Il personaggio che scegli è bloccato nell’arena fino a quando non viene spazzato via. Questo sembra più un punto di fallimento che un successo, limitando le opzioni strategiche dei giocatori.

SNK, lo sviluppatore dietro la serie, ha dato prova di una lotta continua per mantenere il passo con i suoi rivali nel corso degli anni. King of Fighters XIV del 2016 è stato un esempio lampante di questa lotta, con le sue immagini antiquate e un matchmaking online instabile che nemmeno il gameplay più raffinato avrebbe potuto salvare. Questi problemi hanno messo in ombra qualsiasi tentativo di innovazione e hanno respinto i nuovi giocatori, lasciando i fan di lunga data insoddisfatti.

Save 75% on THE KING OF FIGHTERS XV on Steam

In un tentativo di risolvere questi problemi, SNK ha lanciato una nuova generazione di King of Fighters, ma è stato un altro fallimento. Il gameplay rivisto, un aggiornamento grafico e nuovi extra non sono riusciti a mascherare i problemi di base del gioco. Il tentativo di migliorare la componente online ha finito per complicare ulteriormente le cose, rendendo il gioco più instabile di prima.

L’impatto intergenerazionale e la storia di King of Fighters potrebbero essere stati notevoli, ma a questo punto sembrano essere diventati un fastidioso rimpianto. Gli sforzi di SNK per rimanere rilevanti sembrano essere stati vani, con ogni nuova versione del gioco che si inciampa fuori dal cancello, deludendo sia i fan che i nuovi arrivati. La costruzione della squadra, che avrebbe potuto essere un elemento fondamentale della strategia, è diventata solo un’altra parte del gioco che delude.

L’aspetto del movimento in KoF è uno dei suoi più grandi punti deboli.

Anche se non è così libertario come altri giochi come Guilty Gear, KoF offre un sistema di mobilità limitato e frustrante, composto da schivate e salti rapidi che finiscono per sembrare più una limitazione che una possibilità. L’aggiunta di mosse normali e speciali per ogni personaggio non riesce a compensare questo difetto di base.

Lo stesso vale per la lista dei personaggi. Nonostante sia stato enfatizzato come uno dei punti di forza del gioco, il cast è noioso e generico. King of Fighters XV non ha il più ampio roster della serie, ed è evidente. Solo 39 personaggi, vecchi e nuovi, sono disponibili, molti dei quali mancano di un design unico o di uno stile di gioco distintivo. Anche i tentativi di rinnovare vecchi favoriti come Terry Bogard o aggiungere nuovi personaggi come Isla sembrano superficiali e privi di sostanza.

Save 75% on THE KING OF FIGHTERS XV on Steam

In termini di modalità ed extra, King of Fighters XV è altrettanto deludente. La modalità Storia è banale e prevedibile, una serie di combattimenti contro CPU con filmati di riempimento tra l’uno e l’altro. L’intelligenza artificiale del gioco è di bassa qualità, sembra leggere i tuoi input e reagire in modo sovrumano, ma cade anche in trappole semplici, rendendo il gioco frustrante. I finali e i filmati, pur essendo un tentativo di ricompensa per il giocatore, sono poco più che immagini fisse con testo.

L’elenco delle modalità continua con la modalità Versus, che ti permette di combattere contro un altro giocatore o una CPU, e la modalità Draft VS, che è un tentativo fallito di aggiungere un po’ di varietà al gioco. Le modalità online, tra cui partite classificate, casuali e lobby, sono afflitte da una connettività instabile e una mancanza di opzioni per i giocatori.

La modalità Missione, che dovrebbe insegnarti combo dal semplice all’avanzato, si rivela poco utile, dato che le combo non sono spiegate in modo chiaro o efficace. Il tutorial del gioco, anche se dovrebbe insegnarti le basi del movimento e dell’attacco, si limita a un insieme di spiegazioni secche che non danno alcuna indicazione su come utilizzare queste abilità in un vero combattimento.

In sintesi, King of Fighters XV sembra un tentativo mal concepito di rinnovare una serie che ha perso il suo fascino. Nonostante gli sforzi, il gioco delude su tutti i fronti, dalle opzioni di movimento limitate e frustranti, ai personaggi noiosi, al gameplay frustrante e alle modalità di gioco insipide.

Il più grande fallimento per i giocatori competitivi è senza dubbio la mancanza di un netcode affidabile. Mentre i titoli precedenti di SNK, come KoF XIV e Samurai Shodown, hanno sofferto di netcode mediocri, KoF XV porta questo problema a un nuovo livello di frustrazione. Anche con l’aggiunta del rollback netcode, che promette di migliorare l’esperienza online, il gioco rimane afflitto da problemi di connessione, rendendo le partite online frustranti e sgradevoli.

Custom character select (UPDATED) [The King of Fighters XV] [Mods]

KoF XV è un pacchetto mediocre che offre poco in termini di varietà di personaggi o modalità di gioco. La sua più grande debolezza è la mancanza di innovazione nel combattimento. Il gameplay si basa pesantemente su quello stabilito da King of Fighters XIV, con poche modifiche significative. Le poche nuove meccaniche, come Shatter Strike, non aggiungono nulla di sostanziale all’esperienza di gioco. L’aggiunta del rollback netcode, inoltre, sembra più un tentativo disperato di rimanere al passo con gli standard attuali piuttosto che un passo avanti innovativo. Nonostante il suo slogan sia “infrangi tutte le aspettative”, KoF XV fallisce nel soddisfare persino le aspettative più basse.

In definitiva, sia i veterani che i nuovi arrivati alla serie King of Fighters in cerca di un nuovo titolo in cui tuffarsi si troveranno delusi dal fatto che KoF XV non apporti alcuna innovazione al genere dei giochi di combattimento. Offre combattimenti che mancano dello stile e della personalità che contraddistinguono altre serie di giochi di combattimento. Lontano dall’essere il ritorno del re, KoF XV è un promemoria di quanto SNK stia lottando per rimanere rilevante. Personalmente, mi lascia l’impressione di un tentativo fallito di riportare una serie una volta amata alla sua precedente gloria.

Donovan Rossetto ama l'informazione, ma è anche un videogiocatore e scrittore. Con una vasta conoscenza dell'industria videoludica, Rossetto offre una prospettiva unica e interessante su entrambi i temi. Inoltre, come scrittore, Rossetto ha saputo combinare la sua passione per gli UFO e i videogiochi in una serie di articoli e libri che hanno appassionato i lettori di tutto il mondo.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x