Alcuni cosplayer possono essere violenti, possono essere suscettibili, questo perchè entrano in un mondo tutto loro colmo di fanatismo…

In queste settimane mi sono dedicato alla parte oscura della passione Cosplayer, in modo da verificare alcune segnalazioni ricevute – queste segnalazioni vedevano protagonisti alcuni Cosplayer di maggiore età che rispondevano in modo brutale alle critiche o agli scherzi dedicati al loro cosplay attuale. Così ho personalmente avviato una serie di commenti sotto i post di Cosplayer italiani random e una parte di loro ha reagito come da premessa.

Così ho pubblicato un paio di giorni fa l’articolo chiamato “Cosplayer: Possono essere violenti“, questo articolo non è servito a smorzare i toni, anzi, ha portato a galla ancora più violenza, che per ora si è fermata nella forma verbale, ma le promesse sono arrivate addirittura a livello fisico.

Per fare un breve riassunto due critiche giudicate fuori luogo hanno ottenuto di tutta risposta aggressioni verbali. L’articolo ha portato invece a l’aggressione dell’intero quotidiano videoludico, oltre al protrarsi delle minacce.

A tutto questo abbiamo dedicato molto studio e riflessione, cercando di capire, anche tramite amici nella “categoria” di Hobbisti Cosplayer italiani, come potesse accadere questo tipo di reazione in un mondo così apparentemente pieno di gioia e divertimento.

Avevamo sentito varie notizie su cosplayer di sesso femminile che denunciavano molestie ricevute durante le varie fiere dedicate, ma vi posso assicurare che nonostante questo sia un problema grave, non è l’unico.

Pensiamo che in tutto questo ci sia un processo lento ma gravoso che porta l’immedesimato nel personaggio a diventare molto competitivo e in cerca di like e fama. Questa ricerca potrebbe portare molto stress al cosplayer e renderlo sempre meno socievole e disposto a creare nuove amicizie; ma d’altra parte porta chi li incontra ad allontanarsi dai gruppi e procedere verso questa passione in solitaria o con amici fidati.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO IN RISPOSTA SU FACEBOOK!

Quindi così abbiamo un ambiente ostile e selvaggio che va a peggiorare la situazione mentale del cosplayer in entrambi i casi – andare a delle fiere può diventare meno divertente, quando potrai incontrare una di questa piccola percentuale di persone fanatiche. Il fanatismo porta quindi a socializzare di meno, invidiare chi magari supera il vostro livello creativo e blocca tutte le aspettative di conoscere nuovi amici, pian piano far perdere la passione a chi magari è appena entrato in questo mondo che dovrebbe essere luminoso.

Come il cosplayer fanatico rovina questa passione?

In tutte o quasi le fiere dedicate al fumetto viene ospitata una sezione dedicata alle gare cosplay, in queste ho avuto il piacere di aiutare e seguire molti amici nell’ambiente. La gara è molto semplice e divertente, bisognerà dimostrare simpatia, creatività e creare una buona esibizione; il tutto avrà un punteggio e dei premi prestabiliti. Il nostro staff ha visto vincere cosplayer molto simpatici e originali più che quelli molto nella parte, perchè come ho sempre pensato, in queste competizioni vince sempre chi per primo si diverte.

Il fanatico invece pensa solo a condividere i suoi risultati, attaccando chi li critica e lodando chi li apprezza, un tono di superiorità prende questi soggetti che arrivano ad un punto che potrebbero addirittura credere di essere il personaggio interpretato, ovviamente potrebbe sembrare divertente ma se ci pensate a fondo la faccenda diventa seria.

Immaginate quindi trovarvi da perfetto sconosciuto ad una di queste esibizioni e bisbigliare all’amico che un cosplay non è proprio ben riuscito, la reazione di un probabile fanatico potrebbe essere grave, potrebbe offendersi e offendere di conseguenza. Non è tollerata la critica in questo hobby, da parte di questa piccola parte di hobbisti cosplay. Però tranquilli che come è di fantasia questo mondo, di solito rimane di fantasia anche l’attacco subito, è tutto più semplice da una tastiera e a volte inebriati da questa semplicità si dicono cose che magari non si sarebbero mai dette in un incontro reale durante una manifestazione o altro.

Facciamo esempio che abbiate iniziato da poco questa avventura e volete partecipare ad una gara, se nella competizione trovate uno o più di questi fanatici come sarebbe il clima? Sarebbe divertente o molto stressante?

La risposta a questa domanda è la conclusione di quello che molte persone stanno vivendo, quello che tante persone hanno sofferto, quello che come me, ha ricevuto pochi giorni fa per due commenti critici e sorridenti offese e minacce dal 40% dei Cosplayer Italiani

Conclusione

I cosplayer sono un mondo di fantasia, un modo per fuggire alla drammatica realtà, un hobby per divertirsi e trovare altri appassionati al genere o al personaggio interpretato. Possiamo realmente entrare in diversi mondi in compagnia dei cosplayer italiani, dimenticare tutto e divertirci vivendo in prima persona quello che viviamo nei videogiochi, anime ecc…

Vale la pena rovinare questo bel ambiente per un fanatico cosplayer di Goku che crede di poter fare le kamehameha alle critiche? Partecipare a gare con persone che hanno l’unico obbiettivo di vincere?

Ripeto vincono tutti…quelli che si divertono…per davvero….

La ragione offende tutti i fanatismi…

Alfred de Vigny

Condividi

About Donovan Rossetto

Esperto RetroGamer, scrittore, giornalista e divulgatore di tematiche legate al mondo del Mistero. Appassionato di StarWars e della nuova console Microsoft. Passa il tempo nella ricerca di verità e giocando all'Oculus! Uno dei più forti in Italia su CS:GO e sui giochi picchia-duro.

View all posts by Donovan Rossetto