La storia di Chris Walker il temibile e sanguinario personaggio di Outlast

Non pensate mai a quale sia l’identità o la storia personale dei protagonisti dei videogiochi? Prendiamo Outlast, chi è Chris Walker?

Outlast è un gioco survivol sviluppato da Red Barrels nel 2013, un horror psicologico ambientato nel manicomio di Mount Massive, in Colorado.

La struttura, dopo un lungo periodo di inattività, viene segretamente usata dalla Murkoff Corporation per degli esperimenti disumani.

Il giornalista Milles Upshur, grazie ad una denuncia anonima, si introduce nel manicomio e scopre qualcosa di terribile e sconvolgente.

Il risultato di un un’esperimento sfuggito di mano

Chris Walker è un mutato con una potenza tale da buttare giù le porte con una spinta e staccare le teste con una sola mano.

È grosso e ha 2 placche di metallo sulla mascella che non gli permettono di chiudere la bocca, non ha il naso e ha il viso perennemente sporco di sangue.

Le catene ai polsi e alle caviglie rendono la sua figura ancora più spaventosa, in più, si riferisce agli altri chiamandoli topini o porcellini, un po’ come se fossero delle prede.

Outlast chi è Chris Walker?

Chris Walker, prima di essere un pericolosissimo mutato, era un soldato americano che ha prestato servizio in Afghanistan, riportando evidenti traumi mentali.

La sua mania per i protocolli di sicurezza militare (Opsec) e i suoi disturbi post-guerra l’hanno portato a diventare la cavia perfetta per il Progetto Walrider.

Nel momento in cui è entrato nel Mount Massive Asylum, il suo stato mentale è peggiorato, tanto da doverlo tenere costantemente incatenato per via dei suoi forti stati d’ansia.

Propenso all’automutilazione, in particolare del viso, Chris venne curato con psicofarmaci che gli davano allucinazioni intense.

È indubbiamente il personaggio che ha fatto più danni al Massive Asylum, quando è riuscito a liberarsi, spinto dall’odio, ha combinato un vero macello durante la sua fuga.

La crociata di Chris: quando un pazzo ne fa una questione personale

Si è lasciato alle spalle una scia di sangue decapitato chiunque incrociasse sul suo cammino.

Quando incontra il giornalista Miles, lo scaraventa al piano di sotto lanciandolo fuori da una finestra e continua a seguirlo per tutto il percorso, tornando indietro, nel blocco amministrativo, pur di catturarlo.

Raggiunto il laboratorio sotterraneo, Chris si nasconde dietro una porta e rimane in agguato aspettando di finire Miles che riesce però a salvarsi all’ultimo momento.

Il team Walrider, infatti, coglie Chris di sorpresa aggredendolo brutalmente e scaraventandolo contro il condotto dell’aria, mettendo fine alla vita ( e alle sofferenze) del nostro pazzo criminale.

Chris Walker un pazzo che ci piace

I videogiochi horror hanno una trama che non ha nulla da invidiare a quella dei film, stesso discorso vale per i personaggi.

I pazzi scatenati, poi, con la loro imprevedibilità,sono quelli che rendono il tutto più interessante… e Chris è un ‘discreto squilibrato’!

Sono questi i personaggi che amiamo al di fuori della vita reale, ci piace la figura del ‘cattivo’, soprattutto se enigmatico…è così, non possiamo farci niente!

È la parte malandrina che è dentro di noi, che facciamo emergere solo quando siamo catapultati in un’esperienza di gioco o quando ci immedesimiamo nel personaggio di una serie tv o addirittura di un manga.

Oppure no…voi cosa ne pensate?

“Pazienza: il segreto di un un’interrogatorio ben riuscito. L’uomo che fa le domande deve resistere più dell’interrogatorio. Scopriremo la verità. “ -Chris Walker

Condividi

Commenti Facebook

About Nina Witch

Appassionata di mistero, occulto, e ufologia, ama i libri dedicati e impegna molte ore nello studio delle capacità umane, specialmente quelle sensoriali ed extra sensoriali

View all posts by Nina Witch