Purtroppo, negli ultimi anni, il grande schermo non è stato capace di proporci delle pellicole all’altezza di quelle del passato, almeno per quanto riguarda il genere Horror.

I remake non entusiasmano, i sequel deludono, il seguito di IT  ad esempio è stato imbarazzante, le nuove uscite non emozionano…insomma e’ da tanto che il pubblico attende un horror degno di essere chiamato tale, ma conoscete Film Maledetti?

Venerdì 13, Nightmare, Non aprite quella porta, Alien, Saw, tanto per citare alcuni classici, rimarranno nella storia del cinema ancora per molto tempo, mentre le produzioni degli ultimi dieci- quindici anni restano destinate a fare il loro tempo.

Non sono solo le doti artistiche di registi ed attori o le forti emozioni che ci hanno regalato e continuano a regalarci i film del passato, ma anche le maledizioni che girano intorno ad essi continuano ad incuriosire ed inquietare gli amanti del genere!… Eccone alcune fra le più famose.

L’ESORCISTA

A quasi 50 anni dall’uscita nelle sale cinematografiche, l’ Esorcista rimane uno dei film più amati…e sicuramente il più’ maledetto!

Forse sarà una coincidenza, ma sono 13 gli avvenimenti inquietanti di questo film.

La prima emozione forte è scattata alla prima del film, a Roma, quando le persone in fila, fuori dal cinema, sotto un forte temporale, videro un fulmine colpire la croce di ferro di una chiesa che si staccò e cadde in mezzo alla piazza inducendo alcuni fra i presenti a tornare a casa.

Da lì in poi successe di tutto.

Alla protagonista Linda Blair, durante la scena in cui fu sottoposta a esame radiografico comparve una piccola croce sulla fronte.

l’attore Paul Bateson, il tecnico di laboratorio, venne indagato dalla polizia, accusato di essere un serial Killer.

l’attrice Ellen Burstyn, la mamma di Regan, nella scena in cui venne spinta dalla figlia, cadde davvero perché i cavi si ruppero, infatti, l’urlo di dolore è originale.

Ad appena due giorni dalle riprese un cortocircuito provocò un’incendio che danneggiò tutto.

Per la scena famosa dove Blair scende le scale al contrario, fu richiesta la controfigura di una contorsionista che girando la scena si strappò un muscolo e patì il mal di schiena per giorni.

Il regista ordinò alla doppiatrice di Blair di fumare tantissimo e di mangiare mele acerbe per rendere la voce più rauca, inutile dire che la poveretta ne risentì parecchio.

Stessa sorte capitò alla protagonista costretta per ore al gelo con solo una sottile camicia da notte che rischiò di ammalarsi seriamente.

Dopo questo film, la bambina protagonista, scelta fra quasi 5.000 bambine, non fece più film.

Quasi una decina fra attori, tecnici e personale morirono da li a poco.

Il montaggio del film fu fatto casualmente al civico 666.

Quando tutti si convinsero che il film fosse realmente maledetto, il regista chiese al sacerdote presente sul set con la mansione di consulente di operare un vero esorcismo, ma lui rifiutò.

Il romanzo del ’49 da cui e’ tratto il libro è una storia vera.

OMEN IL PRESAGIO

Anche questa pellicola detiene un certo numero di disgrazie e fatti quantomeno strani, tipo il fulmine che colpì l’aereo su cui viaggiava l’attore protagonista Gregory Peck, esattamente dopo tre giorni, un fulmine colpi’ l’aereo dove viaggiava lo sceneggiatore del film David Seltzer e l’aereo noleggiato dal regista per fare alcune riprese, appena decollato perse quota e si schiantò contro la macchina dove viaggiavano moglie e figli del pilota uccidendo tutti sul colpo.

Incredibile fu quando, proprio mentre la troupe si stava recando alla metropolitana di Green Parck a Londra per alcune riprese, questa saltò in aria senza motivo!

Un altro fatto degno di nota fu quando lo specialista in effetti speciali John Richardson, che lavorò in tutti i capitoli di Omen, durante le riprese di un film in Belgio fece un un’incidente, lui sopravvisse, ma la ragazza che era con lui no, quando aprì gli occhi la prima cosa che vide fu un cartello con scritto:

” JE BENT WEG VAN OMMEN 66,6 KM “

SEI LONTANO DA OMMEN 66.6 KM

POLTERGEIST

Ed infine, il film cult dell’82 POLTERGEIST-DEMONIACHE PRESENZE, più che per la mitica e indimenticabile scena della bambina risucchiata dal televisore, viene ancora oggi ricordato per le morti violente e  gli incidenti di percorso accaduti durante le riprese di tutto il film.

In questo caso specifico, la colpa per la maledizione che si è abbattuta sul film è caduta sulla testa di Spielberg che pare, almeno così si dice, abbia insistito per portare sul set degli scheletri umani veri per rendere il tutto più realistico.

A Zelda Rubinstain, l’attrice che interpretò la medium,  accadde di avere una visione del suo cane che poco dopo morì e raccontò che ogni volta che tornava a casa dopo le riprese, trovava le fotografie che teneva appese al muro storte.

Durante il primo film e i due successivi morirono diverse persone.

La piccola protagonista, ad esempio, morì nel ’88 durante un un’operazione chirurgica, l’attrice che interpretò la sorella fu strangolata dal fidanzato nel 82 a soli 23 anni.

In seguito anche l’attore Lou Perry morì ucciso a colpi l’accetta e rispettivamente nel 85 e nel 87 morirono Julian Back di cancro allo stomaco e Will Sampson di insufficienza renale.

La lista dei film maledetti e’ piuttosto lunga e a questo punto viene da chiedersi se in un film  fa più paura la trama o la maledizione che sta dietro.

Speriamo in futuro di avere un numero maggiore di film di qualità e un numero minore di film maledetti, il genere horror dovrebbe esorcizzare le nostre paure, non crearne di nuove!

Condividi
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti