Una donna con un potere misterioso: Nina Kulagina.

Al mondo ci sono alcune persone con dei poteri quasi da supereroe, ma Nina Kulagina ha un misterioso potere davvero unico!

Nina Kulagina nacque a Sanpietroburgo nel 1926.

La sua vita non fu per niente facile, alla tenera età di 14 anni entrò nell’ esercito e combatté durante il secondo conflitto mondiale.La sua carriera militare fu molto dura, ma per via di un brutto infortunio, terminò pochi anni dopo la fine della guerra.

La vita di Nina cambiò totalmente quando conobbe un ragazzo e decisero di mettere su famiglia.

Sembrava quindi che la sua storia fosse finalmente uguale a quella di tante ragazze della sua età, che nel primo dopoguerra aspiravano ad una vita stabile e serena.Purtroppo però, quel periodo non durò molto, negli anni a venire, fu protagonista di alcuni avvenimenti davvero particolari!

Un giorno si accorse che, nei momenti in cui era in preda ad un momento di rabbia o ad un’ emozione molto forte, gli oggetti in torno a lei si spostavano o addirittura esplodevano.

Da subito si convinse che la casa fosse infestata da qualche poltergeist, visto che queste manifestazioni si presentavano solo in sua presenza e solo in momenti di particolare emotività.

Non si trattava di fantasmi, ma di un misterioso e particolare potere.

Non passò molto prima di rendersi conto di essere proprio lei la causa di tali fenomeni e la cosa non le dispiacque per niente, anzi, iniziò a studiare un modo per poterli controllare.

Nina iniziò ad esercitarsi con piccoli oggetti, fiammiferi, stuzzicadenti, sigarette…

Concentrava energia e sentimento e li indirizzava verso un oggetto per farlo spostare.In poco tempo prese dimestichezza con questo suo potere e passò ad oggetti sempre più grandi, fino ad arrivare a spostare qualsiasi cosa.

La telecinesi non era il suo unico potere.

Nina, ormai pienamente padrona del suo nuovo potere, si accorse che c’era di più, il suo misterioso potere non si fermava alla telecinesi.

Fra le sue misteriose qualità c’era anche quella di indovinare cosa contenesse il portafoglio di chi aveva davanti, senza ne vederlo ne toccarlo.

Un’altra incredibile capacità di Nina era quella di far passare i dolori muscolari di amici e parenti, solo passando la mano sulla zona infiammata. Nina Kulagina era una donna semplice, la sua vita fino a quel momento era stata dura prima e banale poi, quel misterioso potere era qualcosa di solo suo e non le interessava condividerlo con il mondo.

Arrivò il giorno in cui il mondo venne a conoscenza del misterioso potere di Nina Kulagina.

Nel 1964, dopo aver scoperto di avere un brutto esaurimento nervoso, Nina fu costretta ad un ricovero ospedaliero.Fu proprio durante la degenza in ospedale che decise di mostrare queste sue capacità al resto del mondo.

La donna passava molto tempo a cucire, i medici si accorsero che riusciva a prendere i gomitoli del giusto colore senza guardarli.Poco alla volta vi furono altre occasioni in cui le sue capacità quasi paranormali vennero fuori e fu inevitabile che il suo caso diventasse d’interesse primario.

I dottori furono sconcertati, non avevano mai visto nulla di simile e non persero certo l’occasione di studiare il caso in maniera approfondita.
Uno scienziato molto conosciuto in unione sovietica, tale Edward Naumov prese subito a cuore il caso di questa donna così particolare ed iniziò subito con una serie di esperimenti.

Il misterioso potere di Nina divenne protagonista di quel periodo…

Dopo diversi test, risultò che Nina poteva sentire i colori toccandoli con i polpastrelli e che passando la sua mano su una ferita potesse accelerarne la guarigione.
Su quest’ultimo punto però, non ci sono prove concrete, si arrivò infatti ad ogni tipo di speculazione.
Nina guarì dal suo esaurimento nervoso e da quel momento iniziarono seriamente gli studi sulla sua persona.

Fu studiata e ripresa in video durante i test da diversi ricercatori, fra cui molti scettici.
Era prevedibile, il suo caso divenne molto discusso in Unione sovietica e il paese, come avviene in questi casi, era spaccato in due.

Nel 1968, alcuni video in bianco e nero, senza audio di Nina Kulagina vennero mostrati addirittura alla prima ” Moscow International Conference on Parapsychology.
Fu la prima volta in cui degli scienziati occidentali videro la donna in azione.

Nina Kulagina divenne un fenomeno internazionale.

Nel 1970 lo statunitense William A. McGary, incaricato di investigare sui fenomeni psichici in Russia, testimoniò di aver visto la donna spostare oggetti con la forza del pensiero.

Misero dei piccoli oggetti magnetici su un tavolo sotto un cubo di plexiglass, in modo da assicurarsi che non ci fossero dei fili per spostarli.

Nina avvicinò le mani al cubo e spostò tutti gli oggetti da un lato all’altro.

Gaither Pratt, della University of Virginia, notò che gli oggetti si muovevano in maniera fluida e mai a scatti.

Il ricercatore cecoslovacco Zdenek Rejdak, scienziato dell’istituto militare di Praga invece, mise alla prova le sue doti psicocinetiche.

Un’altra dote fu scoperta dal dottor V.F.Shveltz, la discografia, un fenomeno poco conosciuto, ma che permetteva alla donna di incidere delle lettere, la “A” e la “O” su pellicola fotografica.

Altra capacità scoperta durante i test, fu la pirocinesi, la capacità  di controllare il fuoco.

Il dottor Leonard L. Vassiley dell’università di Leningrado ed il dottor Genady Sergeyev che operava nei laboratori militari, sempre di Leningrado, studiarono l’attività elettrica del cervello di Nina riscontrando valori molto alti.

Filmati sorprendenti mostrano cose mai viste prima.

Un sorprendente filmato mostra un contenitore con un uovo in salamoia posto ad un paio di metri dalla donna.

Pare che, non solo sia riuscita a farlo fluttuare solo concentrandosi, ma addirittura, prima a separare il tuorlo dall’albume e poi ricomporlo.

Il 10 marzo del 1970, la donna riesce nell’impresa più incredibile di tutte.

Il team di scienziati incaricati di studiare le facoltà mentali della donna, decisero di provare a testare il suo misterioso potere su cellule e tessuti.

Misero la donna davanti ad una rana e incredibilmente riuscì a far aumentare il battito cardiaco dell’animale per poi rallentato e infine fermarlo del tutto.

Più i poteri mentali si sviluppavano più l’energia fisica di Nina diminuiva.

Questi test erano estenuanti! 

La donna era perennemente sotto stress, studiata, monitorata ininterrottamente e costretta a continui sforzi.

Dopo ogni sessione, ogni test e ogni visita medica, la donna era visibilmente sempre più esaurita.

Pallida, senza forze e con il battito del cuore accellerato, i suoi livelli di zucchero nel sangue erano troppo elevati e anche il sistema endocrino iniziava ad avere seri scompensi.

Alla fine degli anni’70 fu nuovamente ricoverata in ospedale per un attacco cardiaco.

Si riprese, ma il suo corpo risultava parecchio indebolito.

Gli studi sulla sua psiche proseguirono, anche se in modo meno costante e nel 1990 si spense portando con sé il segreto delle sue doti straordinarie.

Nina Kulagina l’ “Eroina di Leningrado” dal misterioso potere, una pagina della storia dell’Unione Sovitica.

Morì più o meno nel periodo in cui si sciolse l’Unione sovietica  e si guadagnò il titolo di ” Eroina di Leningado” per via del suo coraggio durante i 900 giorni  alla  città durante la seconda guerra mondiale.

Le fu riconosciuto publicamente anche il fatto di essersi prestata ad ogni tipo di esperimento per amore della scienza.

Bisogna prendere atto che non ci guadagnò mai nulla né a livello economico e né in popolarità quando era in vita.

Anzi, fu proprio tutto quello stress psicofisico perenne che la consumò letteralmente fino alla morte.

Di Nina Kulagina e il suo misterioso potere ci rimane solo qualche ultima considerazione.

La donna fu passata totalmente ai raggi x per accertarsi che non le fossero rimaste schegge metalliche in corpo dovute all’esplosione di qualche bomba durante la guerra.

Furono filmati moltissimi test e ci furono diversi controlli per assicurarsi che dietro agli spostamenti di oggetti non ci fossero sottili fili di nylon o magneti nascosti.
C’è anche da considerare che l’uso di magneti non spiega lo spostamento di oggetti in legno o sigarette.Presunti fili in nylon non spiegano come potesse muovere più oggetti contemporaneamente, soprattutto se chiusi.

Se la Kulagina usasse dei trucchi, non c’è dato saperlo.
Risultato immagini per nina kulagina

Se così fosse, gli si dovrebbe riconoscere il merito di essere riuscita ad ingannare tutti, scienziati e ricercatori compresi.

Personalmente mi sento di scartare questa ipotesi visto che ci fu nessun tipo di guadagno.

Molte persone con particolari capacità, come ad esempio Muhibija Buljubasic, il bosniaco conosciuto come ” uomo calamita” vengono dai paesi dell’est.

Ex Jugoslavia, Romania, Bielorussia, Bulgaria, Ucraina ed Ex Unione sovietica sono terre dal magnetismo molto elevato  famose per le zone che nascono fenomeni molto particolari.

…lascio trarre a voi le conclusioni!

 

L’uomo di Taured, interferenze tra mondi paralleli.

Condividi

Commenti Facebook

About Nina Witch

Appassionata di mistero, occulto, e ufologia, ama i libri dedicati e impegna molte ore nello studio delle capacità umane, specialmente quelle sensoriali ed extra sensoriali

View all posts by Nina Witch