Il tempo è solo un’illusione? Ecco la risposta degli scienziati

La vera natura del tempo ha eluso i fisici per secoli, ma un nuovo modello teorico suggerisce che potrebbe esistere solo a causa dell’intreccio, tra oggetti quantistici.

Il tempo potrebbe non essere un elemento fondamentale della nostra realtà fisica. Nuovi calcoli danno più credito all’idea che derivi dall’intreccio quantistico, in cui due oggetti sono così inestricabilmente legati, non importa quanto distanti possano essere.

Una nuova teoria suggerisce che il tempo potrebbe non essere un aspetto fondamentale del nostro universo, ma piuttosto un’illusione creata dal legame quantistico.

Questo si verifica quando le particelle si interconnettono in modo tale che lo stato di una influenza istantaneamente quello di un’altra, indipendentemente dalla distanza.

Secondo questa teoria, la percezione del tempo nasce dall’intreccio di oggetti con un orologio di riferimento. Pertanto, senza questo legame, l’universo apparirebbe statico e immutabile ad un osservatore esterno.

Questa idea sfida le visioni tradizionali modellate dalla relatività generale, secondo la quale il tempo è intrecciato con il tessuto dello spazio e influenzato dalla gravità.

Tuttavia, nel campo della meccanica quantistica, il tempo non mostra la stessa flessibilità. I ricercatori sostengono che per conciliare queste due prospettive, è necessario ripensare la natura fondamentale del tempo.

Molto da provare

Nonostante le sue implicazioni intriganti, questa teoria deve affrontare sfide, come ad esempio come testare empiricamente questi concetti. Con l’evolversi della comprensione della meccanica quantistica e della sua intersezione con il nostro mondo macroscopico, questa teoria potrebbe fornire nuove intuizioni sulla natura della realtà e del tempo stesso.

I ricercatori Alessandro Coppo e il suo team del Consiglio Nazionale delle Ricerche italiano hanno esplorato questa idea, proponendo che il tempo potrebbe derivare da interazioni quantistiche a livello fondamentale.

I loro risultati, pubblicati su Physical Review A, suggeriscono che la nostra esperienza del tempo potrebbe essere un sottoprodotto dei processi quantistici piuttosto che un aspetto fondamentale della realtà. Questa teoria, sebbene ancora in fase iniziale, apre nuove strade per comprendere la natura del tempo e il suo ruolo nell’universo.

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

NASA costruirà un telescopio per scoprire nuovi pianeti abitabili
Marco Buoso è un esperto del mistero a livello internazionale, con grande esperienza nelle indagini. Il suo contributo è molto importante per il team, considerato uno dei più saggi e dotato di grande saggezza. Buoso ha dedicato la sua vita alla ricerca e alla comprensione dei fenomeni paranormali e misteriosi, accumulando una vasta conoscenza e competenza in questo campo. Attualmente si trova in Brasile dove sta investigando su alcuni fenomeni paranormali, mettendo a disposizione la sua esperienza e la sua competenza per portare alla luce la verità su questi misteri.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x