Sfruttati, derubati e aggrediti in fiera a Pordenone

Non c’è dubbio bisogna parlarne, affinché non ricapiti più a nessuno.

In occasione delle manifestazione fieristice a Pordenone, il nostro team ha subito gravi disagi, tra cui sfruttamento, furto e aggressione, e, nonostante l’entità di queste problematiche, non è giunto alcun segno di intervento o rimedio da parte degli organizzatori.

Per un periodo di cinque anni, abbiamo sostenuto questa fiera attraverso il nostro team, investendo risorse significative e sopportando sacrifici notevoli.

Un esempio emblematico è stato il mio ultimo compleanno, trascorso in fiera, lontano dalla mia famiglia, a causa degli impegni assunti e con la speranza di ricevere un minimo di compensazione.

Con il Ristori quater, nuove coperture per le aziende che partecipano agli  eventi di carattere internazionale di Pordenone Fiere - Pordenone Fiere

Nonostante non abbia mai ricevuto un compenso che mi spettava, mi è mancato anche il rispetto dovuto dopo essere stati sfruttati, derubati e aggrediti.

Il primo anno che fummo ingaggiati la direzione disse: per quest’anno non abbiamo più badget, ma era solo una epica scusa, visto che non abbiamo mai visto nemmeno un caffè offerto dalla direzione.

In dettaglio, il furto ha riguardato materiale pubblicitario del valore di circa 350 euro, sottratto in presenza dell’organizzazione, la quale non ha mai risposto in merito al danno subito nonostante fossimo lì, in pratica, a essere sfruttati da loro.

Per quanto riguarda lo sfruttamento, per cinque anni abbiamo sponsorizzato e intrattenuto gli ospiti della fiera e cosa abbiamo ottenuto in cambio? Un’aggressione e dei comportamenti assolutamente inaccettabili.

Infine, durante l’ultimo evento a cui il nostro team, El Cartel del Gaming, ha partecipato, siamo stati circondati, spinti e insultati da un gruppo di individui, il tutto sotto lo sguardo impassibile dell’organizzazione.

Ci ha costretti a raccogliere i nostri beni e a lasciare l’evento, mettendo prima la sicurezza nostra e delle nostre famiglie.

Cosa abbiamo ricevuto per tutto questo? Il giusto compenso? No, nemmeno delle scuse.

Facciamo questo articolo per mettere in guardia le associazioni future che non vengano sfruttate, sia dall’organizzativo. sia dalle persone che lavorano per questi.

Donovan Rossetto ama l'informazione, ma è anche un videogiocatore e scrittore. Con una vasta conoscenza dell'industria videoludica, Rossetto offre una prospettiva unica e interessante su entrambi i temi. Inoltre, come scrittore, Rossetto ha saputo combinare la sua passione per gli UFO e i videogiochi in una serie di articoli e libri che hanno appassionato i lettori di tutto il mondo.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x