Oggetto antigravitazionale trovato nel mar Baltico?

Uno strano oggetto ritrovato nel Mar Baltico nel 2011 ha confuso la comunità scientifica, al punto che non si poteva escludere che appartenesse a una civiltà avanzata molto più antica dell’umanità.

Una squadra subacquea svedese chiamata Ocean X, ha rilevato la misteriosa “Anomalia del Mar Baltico” sul loro sonar, durante la ricerca di un tesoro nelle profondità del Mar Baltico settentrionale, al centro del Golfo di Botnia.

Cos’è e chi l’ha costruito? È una domanda che è stata nella mente sin dalla sua scoperta, generando da allora molte teorie, incluse alcune che suggeriscono che si tratti di un oggetto antigravitazionale.

Durante la loro indagine, gli esperti hanno affermato che era successo qualcosa di strano; tutti i dispositivi elettronici avevano smesso di funzionare proprio sopra l’area in cui era stata trovata la strana struttura. Qualcosa che ha sorpreso i ricercatori che non sono riusciti a spiegare questa misteriosa anomalia.

Con molto sforzo, il team è riuscito a recuperare un campione della struttura sommersa, che è stato rimosso per una serie di analisi. Durante la lavorazione si è scoperto che conteneva limonite e goethite.

Secondo il geologo israeliano Steve Weiner, questi tipi di metalli non possono prodursi naturalmente. Dichiarazioni che hanno suscitato grandi polemiche all’interno della comunità scientifica.

Ci sono molte teorie che cercano di spiegare l’anomalia del Mar Baltico, alcune molto comuni e altre estremamente eccentriche.

Alcuni esperti hanno suggerito che si tratti di un dispositivo antisommergibile creato dai nazisti, come una sorta di torretta mitragliatrice appartenuta a una corazzata. Altri credono che potrebbe essere un UFO affondato dai tempi antichi. I più scettici, così come i ricercatori tradizionali della storia, assicurano che non si tratta altro che di una formazione rocciosa naturale.

Tuttavia, finora non è possibile dire nulla, poiché non sono stati trovati fondi sufficienti per un’indagine esaustiva. Quindi, non sappiamo ancora davvero cosa si nasconde nelle profondità.

Un’altra scoperta interessante è stata recentemente fatta nello stesso luogo in cui è stata rilevata l’anomalia del Mar Baltico. Quest’altro strano oggetto è stato chiamato “artefatto antigravitazionale” grazie a Boris Alexandrovich, responsabile della sua scoperta.

Secondo Alexandrovich, dopo un’analisi preliminare, è stato stabilito che l’oggetto risale a circa 140.000 anni fa. Ciò nonostante, non è ancora possibile verificare la veridicità delle parole dell’investigatore. Soprattutto se prendiamo in considerazione solo il canone convenzionale della storia.

L’esperto ha aggiunto che l’antico manufatto possiede anche proprietà strane e uniche. Il più notevole è, senza dubbio, un campo energetico che sembra non avere senso, secondo le dichiarazioni di coloro che hanno indagato sul manufatto.

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Apollo 20: una missione per recuperare un’astronave aliena sulla Luna?
Marco Buoso è un esperto del mistero a livello internazionale, con grande esperienza nelle indagini. Il suo contributo è molto importante per il team, considerato uno dei più saggi e dotato di grande saggezza. Buoso ha dedicato la sua vita alla ricerca e alla comprensione dei fenomeni paranormali e misteriosi, accumulando una vasta conoscenza e competenza in questo campo. Attualmente si trova in Brasile dove sta investigando su alcuni fenomeni paranormali, mettendo a disposizione la sua esperienza e la sua competenza per portare alla luce la verità su questi misteri.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x