Il Rapimento Alieno Di Linda Napolitano

Linda Napolitano, conosciuta anche come Linda Barys, ha detto che mentre lei e suo marito stavano dormendo nel novembre 1989, è stata portata fuori dalla finestra della sua camera da letto da umanoidi grigi.

Le persone sono state affascinate dall’idea dei rapimenti extraterrestri per molti anni. Secondo un sondaggio pubblicato nel 2020 da Ipsos, circa il 45% degli americani crede negli UFO e nei fenomeni ad essi associati, mentre un altro 25% pensa che gli extraterrestri abbiano società paragonabili alla nostra. In tutto il mondo ci sono state innumerevoli segnalazioni di rapimenti extraterrestri.

bella napoletana

Piccoli alieni grigi presumibilmente hanno rapito le vittime, che sono state utilizzate nella ricerca o nei rituali di accoppiamento sull’astronave extraterrestre. Il rapimento alieno di Linda Napolitano ne è un esempio.

La cosa strana è che quando Linda Napolitano è stata rapita dagli alieni, suo marito dormiva ancora profondamente. Dopo questo terribile incidente, Linda Napolitano si è rivolta a un ufologo americano di nome Budd Hopkins per chiedere aiuto.

Gli eventi del 30 novembre 1989 furono successivamente descritti da Hopkins nel suo libro “The Real Account of the Brooklyn Bridge UFO Abductions”.

Budd Hopkins
Budd Hopkins

Linda Napolitano ha dichiarato di essere rimasta paralizzata quando si è svegliata il 30 novembre alle 3:15 per scoprire tre entità grigiastre con grandi teste che si libravano nella sua stanza.

Questi esseri alieni le hanno chiesto di non svegliare suo marito, ma lei non si è preoccupata di farlo. Al 12° piano del suo condominio di Manhattan, è stata allontanata dalla finestra da una trave blu. Finché non raggiunsero il gigantesco disco volante, lei e gli altri alieni rimasero sospesi in aria all’interno del raggio.

“Non Mi Appoggio A Niente. E Mi Portano Su, In Alto Sopra L’edificio. Ooh, Spero Di Non Cadere L’UFO Si Apre Quasi Come Una Vongola E Poi Sono Dentro. Vedo Panchine Simili A Panchine Normali. E Mi Stanno Portando In Un Corridoio. Le Porte Si Aprono Come Porte Scorrevoli. Dentro Ci Sono Tutte Queste Luci E Pulsanti E Un Grande Tavolo Lungo. Non Voglio Salire Su Quel Tavolo. Mi Hanno Messo Comunque Sul Tavolo. Cominciano A Dirmi Delle Cose E Io Sto Urlando. Posso Ancora Urlare. Uno Di Loro Dice Qualcosa Che Suona Come {Nobbyegg}. Penso Che Stessero Cercando Di Dirmi Di Stare Zitto Perché Mi Ha Messo Una Mano Sulla Bocca.

Linda Napolitano non sapeva cosa fosse successo sulla nave, ma ricordava di aver fatto una specie di visita medica. Ha anche ricordato che uno degli alieni le ha spinto qualcosa nel naso e che il dolore l’ha fatta perdere i sensi.

Si ritrovò stranamente nella sua stanza accanto a suo marito, che dormiva ancora profondamente, quando rinvenne. Successivamente, dopo aver effettuato una radiografia della sua testa, i medici hanno scoperto che aveva un insolito impianto nel naso. Il fatto che diverse persone abbiano assistito al rapimento di Linda Napolitano ha reso più credibili le sue dichiarazioni. Richard e Dan, due agenti di sicurezza, erano gli altri testimoni.

Entrambi hanno confermato di aver visto Linda Napolitano trasportata dall’UFO che si librava vicino all’edificio insieme a tre umanoidi. Una delle guardie ha persino affermato di aver avuto un esaurimento nervoso per aver ignorato l’intero episodio e non averla aiutata.

“C’era Un Oggetto Di Forma Ovale Sospeso Sopra La Cima Del Condominio Due O Tre Isolati Sopra Dove Eravamo Seduti. Non Sapevamo Da Dove Provenisse. È Successo Molto Velocemente. Le Sue Luci Passarono Da Un Brillante Arancione Rossastro A Un Blu Biancastro Che Emergeva Dallo Sfondo. Luci Verdi Turbinavano Attorno Al Bordo Del Disco.

Una Bambina O Una Donna Che Indossava Un Abito Bianco È Uscita Dalla Finestra In Posizione Fetale E Poi Si È Fermata A Mezz’aria In Questo Raggio Di Luce. Ho Visto Tre Delle Creature Più Brutte Che Abbia Mai Visto. Non So Cosa Fossero. Non Erano Umani.

Le Loro Teste Erano Sproporzionate, Teste Molto Grandi Senza Capelli. Quegli Insetti La Stavano Scortando Sulla Nave. Il Mio Partner Ha Urlato: “Dobbiamo Prenderli”. Abbiamo Cercato Di Uscire Dall’auto, Ma Non Ci Siamo Riusciti. Dopo Che La Donna È Stata Scortata All’interno, L’ovale È Diventato Di Nuovo Arancione-Rossastro Ed È Rapidamente Scomparso.Riccardo e Dan

Budd Hopkins inizialmente aveva poco interesse per la storia del rapimento alieno di Linda Napolitano, ma dopo aver ricevuto una lettera da Richard e Dan nel 1991, iniziò a interessarsi. Da lì iniziò i suoi studi e scoprì che questi due uomini erano le guardie del corpo di un’importante personalità politica, forse Javier Perez de Cuéllar, ex diplomatico delle Nazioni Unite.

Successivamente, Walter H. Andrus, fondatore e direttore esecutivo del Mutual UFO Network, espresse la sua fiducia nel racconto di Linda Napolitano e affermò che questo caso era senza dubbio un caso reale di rapimento extraterrestre di un essere umano. Andrus era a conoscenza delle preferenze dell’alieno. Hanno usato le persone per promuovere i propri progressi.

Illustrazione del rapimento di Linda
Illustrazione del rapimento di Linda

Culto Del Rapimento Alieno

Lo “Sherlock Holmes di UFOlogy”, Philip Klass, che in precedenza ha lavorato come redattore senior per la pubblicazione Aviation Week & Space Technology, conosceva il racconto di Cortile e ha discusso dell’ascesa di quello che lui chiama un “culto di rapimento alieno” tra gli UFO. , appassionati nel loro libro del 1988 “UFO Abductions, A Dangerous Game”.

Le accuse secondo cui gli alieni hanno rapito bambini piccoli, ottenuto campioni di carne, messo incinta giovani donne con sperma alieno e poi sono tornate a rubare i loro bambini non ancora nati per il trapianto in femmine ET sono tutte esaminate a fondo nel libro.

Lo Scetticismo Affrontato Da Linda Napolitano

Diversi numeri di UFO Skeptics Newsletter di Klass sono stati dedicati al caso Cortile. Ha discusso le difficoltà con la sua storia e l’approccio di Hopkins al caso in queste discussioni.

Ad esempio, Cortile ha aggiornato la sua storia per menzionare che suo figlio era stato rapito dagli alieni due mesi prima e che l’astronave che l’aveva presa in ostaggio si era schiantata nell’East River. Tuttavia, nessun testimone oculare ha riportato una tale incidenza.

Klass afferma che i due presunti agenti di sicurezza, Dan e Richard, sono sfuggiti alla cattura, sebbene Hopkins abbia organizzato un incontro con Cortile nella sua residenza.

Dopo essere stata rapita da Dan da Manhattan Street, Linda Napolitano in seguito ha affermato di essere stata ospitata in una casa sicura della CIA. Klass ha anche pubblicizzato l’affermazione di Hopkins di aver ricevuto una lettera dal “terzo uomo”, un leader mondiale che ha assistito all’incidente ma è rimasto in silenzio, secondo Hopkins.

Sebbene ci fossero prove crescenti del contrario della storia di Cortile, Andrus lo definì “il caso del secolo”. Anche alcuni membri del MUFON avevano dei dubbi.

Poiché l’affermazione di Napolitano ha suscitato molte critiche, alcuni hanno iniziato a riferirsi ad essa come a un resoconto tratto dal libro di fantascienza “Nighteyes”, pubblicato il 1 marzo 1989. Tuttavia, è importante ricordare che altre 23 persone hanno visto questo incidente bizzarro quella notte.

Uno degli episodi più intriganti nella storia degli incontri alieni è ancora il rapimento di Linda Napolitano. Che sia reale o meno, il racconto ha catturato l’attenzione delle persone di tutto il mondo e si è evoluto in un punto di riferimento culturale per le conversazioni sugli UFO e sulla vita extraterrestre.

Cosa ne pensa l’esperto Donovan Rossetto?

“Come esperto di misteri internazionale, posso affermare che si tratta di un racconto di presunto rapimento extraterrestre ma purtroppo questi tipi di resoconti sono comuni in molti paesi e sono stati riportati da molte persone in diverse parti del mondo.

Tuttavia, non ci sono prove concrete per dimostrare l’autenticità di questi racconti. Inoltre, molti di questi racconti possono essere spiegati come esperienze di sogno, allucinazioni o, in alcuni casi, frodi intenzionali. In assenza di prove concrete, l’interpretazione di questi eventi rimane soggettiva e spesso dipende dalle credenze individuali.”

Donovan Rossetto ama l'informazione, ma è anche un videogiocatore e scrittore. Con una vasta conoscenza dell'industria videoludica, Rossetto offre una prospettiva unica e interessante su entrambi i temi. Inoltre, come scrittore, Rossetto ha saputo combinare la sua passione per gli UFO e i videogiochi in una serie di articoli e libri che hanno appassionato i lettori di tutto il mondo.
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x