Cose da Nerd Mistero

Project Moon Dust: il programma per recuperare gli UFO

La United States Air Force ha lanciato il cosiddetto Project Moon Dust o Progetto Moon Dust, nel 1957.

Questo programma segreto sarebbe responsabile del recupero e dell’analisi di oggetti anomali, inclusi i veicoli spaziali alieni.

Si ritiene che il Project Moon Dust continui a funzionare e sarebbe gestito dalla Divisione di Tecnologia Extraterrestre dell’USAF. A oggi, i veicoli spaziali alieni potrebbero essere stati recuperati attraverso delle missioni, svolte dallo stesso personale.

Tuttavia, solo la ricerca sulle tecnologie terrestri è pubblicamente nota, ma i teorici pensano che siano stati catturati anche oggetti di origine sconosciuta.

Questo lavoro verrebbe svolto nella massima segretezza e comprenderebbe test, in cui vengono sparati proiettili di alta potenza, per testare la resistenza dell’oggetto.

Ma si ritiene che gli oggetti recuperati, classificati come pericolosi o non ripristinabili, finiscano per essere distrutti.

Oggetti ritrovati

40 anni dopo il lancio del Progetto Moon Dust, l’Air Force ha rilasciato una serie di documenti che descrivono i seguenti oggetti volanti recuperati :

Kicksburg, 1965: una squadra è stata inviata a Kicksburg, in Pennsylvania, per recuperare un oggetto di origine sconosciuta. Si crede che si sia schiantato in una foresta. Testimoni oculari hanno riferito del recupero dell’oggetto, ma l’Aeronautica ha smentito.

Sudan, 1967: viene recuperato un oggetto, presumibilmente un satellite. Tuttavia, la descrizione del documento rilasciato dal Dipartimento degli Stati Uniti non corrisponde alla sua descrizione.

Nepal, 1968: catturati 4 oggetti sconosciuti.

Cape Town, 1968: al largo della costa sudafricana di Cape Town, un oggetto a forma di cupola senza segni o identificazione è stato scoperto sott’acqua. È stato esposto a calore estremo e non ha mostrato segni di corrosione.

La NASA ha riferito che l’oggetto era fatto di “alluminio puro” e che era stato fotografato. Ha detto che potrebbe essere un oggetto degli Stati Uniti, ma niente di più

Sud America, 1970: II Project Moon Dust ha studiato una sfera metallica caduta dal cielo dopo 3 esplosioni. La sfera bruciò per 5 giorni e aveva connessioni che si erano sciolte.

Bolivia, 1970: Nel maggio 1970, il Dipartimento di Stato descrisse un oggetto non identificato caduto in Bolivia. I giornali lo hanno descritto come metallico e a forma di uovo.

L’aviazione boliviana è stata assistita nelle indagini dagli Stati Uniti. Anche Panama e Paraguay hanno indagato, ma è stato detto che il giorno dell’incidente non c’erano prove di alcun oggetto entrato nell’atmosfera.

Lo tengono nascosto al pubblico?

Sia il governo che l’ aeronautica americana hanno negato tutti questi fatti. Anche se i documenti pubblicati affermerebbero il contrario.

Ad esempio, l’incidente di Kicksburg è uno dei casi meglio documentati, con numerosi testimoni oculari. Questi avrebbero visto l’oggetto cadere dal cielo e poi raccolto da veicoli militari. Secondo i rapporti, la foresta in cui è caduto I’UFO è stata sigillata dall’esercito.

Attualmente, si ritiene che l’Air Force gestisca un programma di indagine sugli UFO. Questo è soggetto alla più stretta segretezza e continuerà con altre agenzie governative.

Qua sotto vi lasciamo alcuni articoli che potrebbero interessarvi.

Solar Warden: la flotta spaziale con tecnologia aliena

Seguiteci su Facebook.

Condividi
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
0
Ehi Sicarios! Vogliamo un tuo parere, lasciaci un commento!x