La Sony potrà battere Microsoft?

Sembra che Sony si stia preparando ad acquistare altri studi di giochi di terze parti, poiché il gigante della tecnologia è ora alla ricerca di un regista per guidare futuri progetti di investimento e acquisizione di PlayStation.

In un nuovo annuncio di lavoro individuato dall’analista aziendale Roberto Serrano (tramite VGC ), Sony fa pubblicità a un Direttore per lo sviluppo aziendale per identificare “opportunità di crescita inorganica attraverso acquisizioni, investimenti o joint venture“.

“Il team ricerca, valuta e completa le transazioni che sono allineate con le priorità strategiche di SIE e generano un valore significativo a lungo termine per l’azienda”, continua l’annuncio.

Il lavoro fondamentale del team prevede lo sviluppo di approfondimenti di mercato attraverso solide relazioni interne ed esterne per identificare interessanti fusioni e acquisizioni [fusioni e acquisizioni] e opportunità di investimento”.

Ciò coincide con i commenti fatti dal CEO e presidente di Sony Interactive Entertainment Jim Ryan all’inizio di quest’anno.

Ryan ha suggerito che la società ha nel mirino più studi di terze parti e credeva che acquisizioni e fusioni fossero un modo utile per espandere la sua portata sul mercato.

Siamo davvero in una buona posizione con i PlayStation Studios in questo momento e lo siamo stati negli ultimi anni“, ha detto Ryan.

“Il successo di critica e il successo commerciale dei giochi che stanno realizzando, ci ha permesso di investire molto nella creazione di contenuti”.

L’anno è stato un periodo selvaggio per le acquisizioni di studio. 

Take-Two ha aperto il 2022 acquistando Zynga, prima che Microsoft sorprendesse tutti annunciando la proposta di acquisizione di Activision Blizzard per l’incredibile cifra di 69 miliardi di dollari. 

Sony non è stata lasciata fuori al freddo, tuttavia, rivelando i suoi piani per l’acquisto dello sviluppatore di Destiny Bungie.

Le acquisizioni Sony:

Ma le acquisizioni non sono certo un fenomeno del 2022. 

Nel 2021, Sony ha acquisito cinque studi di gioco, tra cui lo sviluppatore di Returnal Housemarque, il porter di Demon’s Souls Bluepoint, Valkyrie Entertainment, Firespirt e Nixxes.

Alla luce di quella lista di acquisizioni, non sorprende che Sony stia cercando un manager dedicato per dirigere fusioni e acquisizioni future. 

È un’altra indicazione della graduale monopolizzazione dell’industria dei giochi, poiché i principali attori cercano di sostenere i loro cataloghi di giochi prima del loro passaggio a modelli di vendita basati su abbonamento.

Alcuni mesi fa Sony ha rivelato il suo servizio PS Plus rinnovato.

Fungerà da concorrente di Xbox Games Pass

Sarà desideroso di fare tutto il possibile per rendere il servizio più attraente di quello di Microsoft, ad esempio assicurandosi una serie di titoli di terze parti esclusivi per PlayStation.

Questo è doppiamente importante nel caso di Sony. 

L’editore ha già annunciato che le sue versioni proprietarie non saranno aggiunte a PS Plus lo stesso giorno in cui verranno rilasciate, il che significa che gli abbonati non potranno accedere agli ultimi titoli tripla A di Sony. 

Microsoft, tuttavia, ha riscontrato molto successo aggiungendo titoli proprietari come Halo Infinite a Xbox Game Pass il giorno del lancio. 

Se Sony non riesce a trovare qualche altra novità per attirare i giocatori, perderà la battaglia.

Altri articoli selezionati per te:

Condividi

About Vincenzo Ruggiero

Vincenzo Ruggiero, esperto MEME Italia, doppiatore di anime e spot pubblicitari. Fu il primo a portare il Flame nel mondo di Youtube!

View all posts by Vincenzo Ruggiero
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti