Dopo l’annuncio dell’aumento dei prezzi dei giochi PS Hits per PS4 e PS5 e degli abbonamenti PlayStation Plus, i fan brasiliani del marchio giapponese si sono mobilitati in una campagna contro le decisioni dell’azienda nel mercato nazionale.

Utilizzando gli hashtag #PlayHasLimits e #PlaystationLowerPrices sui social network, i clienti dell’azienda chiedono che i prezzi del PlayStation Plus e giochi tornino a valori predeterminati. Le argomentazioni si basano sull’idea che sia “difficile mantenere la console in Brasile“, Paese che sta affrontando “uno dei peggiori periodi economici” della storia.

Immagine

“Il riadeguamento del prezzo di alcuni giochi sul PS Store è in linea con la nostra costante valutazione delle condizioni di mercato. La nostra priorità è offrire le migliori esperienze, con la massima qualità per soddisfare le aspettative degli utenti”. Spiega Sony.

L’azienda non ha commentato l’insoddisfazione dei fan, né la campagna contro gli aumenti di prezzo.

Dopotutto, cosa è successo?


Martedì scorso (29), Sony ha aumentato i prezzi dei giochi etichettati PS Hits del 20%, da R$ 79,90 a R$ 99,50 (16,50€). PlayStation Plus in futuro costerà:

Il piano PlayStation Plus di 12 mesi, che è ancora R $ 149,90, costerà R $ 199,90 (33€).
Il piano di 3 mesi PlayStation Plus, che è ancora R $ 64,90, costerà R $ 84 (14€) .
Il piano PlayStation Plus di 1 mese, che è ancora R $ 25,90, costerà R $ 34,90 (5€).

Dato l’aumento dei giochi PS Hits e tutte le polemiche che circondano il marchio, anche il giornalista di giochi Pedro Sciarotta ha effettuato uno studio comparativo, che mostra la politica di Sony di commercializzare giochi più costosi sul mercato rispetto ai concorrenti. Ad esempio, cita Spiritfarer, un gioco indipendente pubblicato nel 2020 costa 124,90 R$ (20,66€) su PS Store, mentre 57,45 R$ (10€) su Xbox Store, senza contare che il gioco fa parte del catalogo dei servizi di abbonamento Xbox Game Pass, la cui versione più costosa possibile è R$ 44,99 al mese. Sekiro costa R$ 274,90 (45€) su PlayStation Store, mentre su Xbox R$ 199,00 (33€).

Tutte queste cifre a noi potrebbero sembrare ridicole, ma ricordiamo che il Brasile prima della pandemia era già in crisi economica e il COVID non ha fatto che accentuare la situazione.

La situazione diventa ancora più critica se si considera che il tasso di disoccupazione in Brasile è aumentato del 14,7% nel primo trimestre del 2021, raggiungendo il record di 14,8 milioni di disoccupati brasiliani, secondo il Continuous National Household Sample Survey (PNAD) (via IBGE).

Condividi con i tuoi amici!

Seguici su Facebook: Clicca qui

Condividi
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti