E come se la cava contro Series X?

L’aggiornamento a 120Hz recentemente rilasciato per Call of Duty Warzone per gli utenti di PlayStation 5 è un gradito incremento: raddoppia le prestazioni rispetto alla versione precedente del gioco, senza alcun impatto notevole sulla qualità dell’immagine.

Ancora più importante, la sua uscita potrebbe significare che Sony sta rafforzando il suo supporto retrocompatibile per la sua ultima console, avvicinandolo al tipo di funzionalità disponibili sulle console Xbox Series, durante l’esecuzione di codice progettato per macchine di ultima generazione.

Quindi, in questo pezzo, prenderò in considerazione le funzionalità di retro compatibilità in generale sia per le macchine Microsoft che per quelle Sony, mentre allo stesso tempo esaminerò Warzone in particolare. 

Ma per cominciare, ci sono un paio di avvertimenti e chiarimenti necessari per il supporto a 120Hz del gioco su PlayStation 5.

Prima di tutto, le note sulla patch di Activision suggeriscono che è necessario uno schermo HDMI 2.1 per ottenere giochi a 120Hz, ma non è così. 

Se disponi di un display HDMI 2.0 (o di una scheda di acquisizione), puoi comunque raggiungere 120 fps, tuttavia l’immagine verrà ridimensionata internamente dalla risoluzione nativa a 1080p.

È stato anche riferito che la PS5 ha bisogno della sua opzione di preset di gioco nel menu delle impostazioni di gioco / app impostata su “prestazioni”, ma questo può essere escluso. 

Sony promises redesigned PS5 dashboard with 'no pixel untouched' - The Verge

Per attivare 120Hz, tutto ciò che devi fare è assicurarti che nel menu Schermo e video, “abilita uscita 120Hz” sia impostato su “automatico”. 

Tuttavia, possiamo confermare che c’è un problema con Call of Duty Warzone HDR : se hai la gamma dinamica elevata abilitata o impostata su automatico, 120Hz non funzionerà.

Questa opzione front-end deve essere disabilitata, il che è un peccato. 

Con il gioco confermato che funziona a 120Hz su PlayStation 5, abbiamo confrontato Warzone con la versione Series X utilizzando la funzione spettatore. 

In sostanza, avviamo il gioco su entrambe le console, quindi facciamo amicizia e ci uniamo alla mischia in coppia. 

Da lì, l’obiettivo è morire il più velocemente possibile e poi perdere nel gulag. 

Successivamente, sia PS5 che Series X guardano lo stesso giocatore, fornendo feed di gioco simili. 

Il modo in cui si confrontano ci porta su un argomento diverso: come funziona la retro compatibilità su ciascuna console. 

Microsoft è stata aperta su questo.

Xbox Series X review | TechRadar

 Con il suo SDK, i giochi possono interrogare l’hardware per scoprire esattamente su quale sistema è in esecuzione. 

Da lì, è possibile abilitare modalità e funzionalità aggiuntive, come risoluzioni più elevate, supporto a 120Hz o persino impostazioni grafiche diverse, come visto ad esempio in Cyberpunk 2077. 

Sony non è stata disponibile su come funziona tutto questo su PS5, ma dopo aver visto la documentazione degli sviluppatori, ora sembra che funzioni allo stesso modo. 

Esiste una chiamata di sistema “sceKernelisProspero” che gli sviluppatori possono utilizzare che restituisce 1 se in esecuzione su PS5, 0 in caso contrario (Prospero è il nome in codice di Sony per PS5).

Quindi, se è così in Call of Duty, perché in genere abbiamo visto un supporto di retro compatibilità meno ambizioso su PS5 rispetto a Series X?

Non è chiaro al 100%, ma la spiegazione più probabile è che PS5 aggiunge potenza di CPU e GPU dal nuovo hardware e beneficia anche di uno storage più veloce. 

Warzone Season 4 update patch notes: fast-travel, map changes, new guns,  new Gulag - Charlie INTEL

Tuttavia, le limitazioni a livello di sistema di PlayStation 4 Pro rimangono in vigore e, fondamentalmente, questo suggerisce che anche con la retro compatibilità che offre molto di più rispetto a PS4 Pro, probabilmente non c’è spazio per superare i 5,5 GB di memoria utilizzabile relativamente limitati di Pro. 

Nel frattempo, lato Xbox, Series X sarà in grado di gestire almeno lo stesso pool minimo di 9 GB di RAM di Xbox One X.

Tuttavia, le cose potrebbero cambiare da parte di Sony. 

L’uscita a 120Hz non lo è supportato a livello di sistema su PS4, ma chiaramente sta accadendo con Warzone su PS5, che possiamo confermare che è ancora un’app per PS4.

Ma per quanto contano le funzionalità di retrocompatibilità, lo stesso vale per la natura del codice originale. 

Sì, ci sono differenze su Call of Duty Warzone in esecuzione su Series X e PS5.

Il più evidente è l’anello di gas verde che racchiude la zona di guerra titolare, che viene generato dinamicamente e varia in densità in base al cliente, rendendo più difficile la visione per alcuni giocatori rispetto ad altri. Non è una cosa specifica per console, è casuale per tutti i giocatori. 

Anche il livello di dettaglio è dinamico: ho notato che il pop-in a media distanza potrebbe favorire PS5 o Series X in qualsiasi momento, anche se la macchina Microsoft sembra avere un vantaggio qui. 

Anche con tutti e quattro i pacchetti di texture ad alta risoluzione abilitati (un quinto è stato aggiunto dopo i nostri test), la serie X sembrava anche mostrare un vantaggio nella risoluzione delle texture del terreno in alcune aree.

Ancora una volta, niente di tutto questo è direttamente correlato alle specifiche della console: è più che probabile che si tratti dei limiti legacy delle console last-gen, come la memoria disponibile. 

Guide Introduction and Game Overview

E questa è anche la migliore spiegazione per il grande differenziale di risoluzione, ancora una volta “portato” dalle macchine di ultima generazione. 

PlayStation 5 sembra renderizzare Call of Duty Warzone con una risoluzione interna in una finestra che è tipicamente da 1512p a 1566p.

Nel frattempo, la Serie X sembra visibilmente più pulita: in modalità 120Hz, di solito sembra funzionare a 1920×2160, ricostruendo fino a 4K. 

Quindi, mentre entrambe le console possono emettere un segnale 4K a 120Hz, la risoluzione nativa è inferiore: PlayStation 5 è visibilmente più sfocata di Xbox Series X, come dimostrano gli scatti di confronto in questa pagina.

La situazione cambia quando guardiamo alle prestazioni, dove indubbiamente PS5 ha un vantaggio notevole. 

Entrambe le versioni del gioco possono perdere fotogrammi, in modo drammatico nella sequenza prima del rilascio iniziale, ma il gameplay effettivo è piuttosto unilaterale. 

Per la stragrande maggioranza del gioco, PlayStation 5 è per lo più bloccata a 120 fotogrammi al secondo con sincronia verticale completa. 

The PS5 And Xbox Series X Price Stand-Off Will Probably End In The Most  Boring Way Possible

Quindi, in comune con alcuni titoli “back-compatibili plus”, ottieni la stessa risoluzione del gioco PS4 Pro, ma è abbinata a un moltiplicatore di prestazioni 2x. 

Ci possono essere piccoli cali sotto, ma per me funziona come un’esperienza davvero buona a 120Hz. 

Chiaramente ci sono problemi su Xbox Series X.

È raro che il gioco si blocchi a 120 fotogrammi al secondo e in genere le prestazioni rimangano nell’intervallo 90-110 fps. 

Anche lo screen-tearing nel terzo superiore dello schermo è all’ordine del giorno.

Ora, è importante sottolineare che la differenza tra 30 e 60 fps e tra 90 e 120 fps potrebbe essere lo stesso 30 fps, ma l’esperienza è molto diversa. 

Passando da 30 fps a 60 fps, il frame-time diminuisce di 16,7 ms. 

Tuttavia, il passaggio da 120 fps a 90 fps vede una variazione del frame-time di soli 2,8 ms. 

Il problema per me non sono tanto le prestazioni, ma il sussulto del v-sync che ottieni, che è invadente per l’esperienza al punto in cui preferirei suonare a 60Hz. 

La risposta qui è attivare la frequenza di aggiornamento variabile – VRR – che mette la console in carica di quandoper aggiornare la visualizzazione. 

VRR è attualmente solo per Xbox ed è un punto di svolta assoluto in scenari come questo. 

PS5 è più veloce con il suo aggiornamento di 8,3 ms quasi bloccato, ma con VRR, l’aggiornamento di 8,3 ms-11,1 ms di Xbox sembra ancora super fluido. 

I veterani di Call of Duty Warzone potrebbero essere in grado di notare la differenza.

Ottieni quell’enorme aggiornamento oltre i 60 fps e ottieni ancora un’immagine molto più pulita.

In termini di preferenza, Warzone mi è piaciuto di più su Series X a 120Hz, ma solo con VRR abilitato. 

Se il VRR non è un’opzione, PlayStation 5 produce un’esperienza meno incontaminata ma sicuramente molto più fluida se un frame rate molto elevato è ciò che stai cercando. 

Xbox Series X: Sold-out console posted on eBay for up to £5,000 - BBC News

Oltre ai giochi a 120 fps, l’esperienza a 60 fps non è cambiata molto dall’ultima volta che abbiamo guardato il gioco. 

C’è la stessa (o molto simile) risoluzione dinamica da 1512p a 1566p su PlayStation 5, mentre Series X non sembra richiedere il suo scaler di risoluzione orizzontale: tutte le nostre immagini di prova sono tornate a 2160p nativi. 

Lo scaler DRS può entrare in azione durante le giocate più pesanti – questo è il codice One X al centro, dopotutto – ma non è apparso nei nostri campioni di prova.

In sintesi, Warzone è un esempio interessante dei relativi punti di forza e di debolezza della retro compatibilità sui nuovi sistemi, in diverse dimensioni. 

In passato, abbiamo visto PlayStation 5 raddoppiare spesso le prestazioni di PS4 Pro senza compromettere la risoluzione, ed è esattamente ciò che offre Warzone. 

Quindi, a questo proposito, se sei un proprietario di PS5 con uno schermo a 120Hz, questo aggiornamento offre un eccellente aggiornamento con solo la misteriosa mancanza di supporto HDR che conta come un punto negativo. 

Detto questo, nonostante il supporto a livello di sistema a 120Hz, la risoluzione invariata di PS4 Pro suggerisce semplicemente che ci sono ancora limitazioni legacy dell’ultima generazione che impediscono a Warzone di essere tutto ciò che può essere su PS5, da qui la risoluzione invariata, anche a 60Hz.

Call of Duty Warzone's Season 5 is bringing big map changes | VGC

Nel frattempo, dal lato della Serie X, non vediamo lo stesso raddoppio delle prestazioni, e mi aspetto che ciò sia dovuto al fatto che sui titoli retro compatibili è raro vedere un moltiplicatore di prestazioni 2x e PS4 Pro ha eseguito il gioco in modo più fluido rispetto a One X per cominciare. 

Tuttavia, Warzone su Series X eredita la risoluzione più elevata di Xbox One X, mentre anche i miglioramenti del LOD e delle texture, sebbene piuttosto incoerenti, sono i benvenuti. 

Ma forse in modo cruciale, Microsoft merita i complimenti per aver lavorato negli anni per accogliere i miglioramenti chiave delle specifiche HDMI 2.1 – principalmente, 120Hz e supporto per frequenza di aggiornamento variabile. 

La loro implementazione su Xbox One e One X è stata più che altro una curiosità tecnica, ma con le console della serie e la potenza extra disponibile, queste funzionalità sono diventate proprie.

Vedremo lo stesso dal lato Sony? Sulla base delle roadmap SDK più recenti che ho visto, il supporto VRR è ancora indicato come una funzionalità “TBD”, ma speriamo di vedere presto dei cambiamenti. 

Introducing the Season Three Battle Pass and Initial Bundles for Call of  Duty®: Black Ops Cold War and Warzone™

Nel frattempo, è bello vedere che 120Hz è ora disponibile per le app PS4 su PS5, quindi si spera che più titoli retrocompatibili possano attingere ad esso. 

Ma detto questo, le applicazioni native PS5 e Series X sono sicuramente la via da seguire. 

Raven Software ha già confermato che questo sta accadendo con Warzone, ed è il modo migliore per ottenere il massimo dal nuovo hardware, sia utilizzando le funzionalità di fascia alta dell’architettura grafica RDNA2, sia mettendo davvero alla prova il nuovo spazio di archiviazione. E quando Warzone verrà aggiornato, saremo sicuri di riferire su di esso.

Seguiteci su Twitch!

Condividi

About Logan Rossetto

Logan è un Pro player di Fortnite, su tutte le console, combattente valoroso anche in Valorant e CS:GO, in attesa di vincere ai tornei!

View all posts by Logan Rossetto
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti