L’industria dell’intrattenimento non è estranea allo scandalo e al mistero…

Nel corso dei decenni, Hollywood ha creato storie avvincenti sullo schermo, ma cosa succede? Con una storia afflitta da morti sospette e sparizioni sorprendenti, ecco 10 misteri della vita reale di Tinseltown.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Thelma Todd (1935) Hollywood

Tra la fine degli anni ’20 e l’inizio degli anni ’30, Thelma Todd è stata una delle attrici comiche più importanti del cinema. È forse ricordata meglio per i suoi ruoli in Monkey Business e Horse Feathers di Marx Brothers , così come per una serie di commedie brevi di Charley Chase e film di Laurel & Hardy.

La mattina del 16 dicembre 1935, la starlet di 29 anni fu trovata morta nella sua auto all’interno del garage dell’attrice di film muti Jewel Carmen. Todd era stato romanticamente coinvolto con il marito di Carmen, il regista Roland West. La morte è stata inizialmente dichiarata un incidente, poi successivamente trasformata in suicidio per avvelenamento da monossido di carbonio.

Tuttavia, molti credono che sia coinvolto un gioco scorretto, a causa del fatto che Todd aveva il naso rotto e sangue sul viso e sul vestito. West e il mafioso Lucky Luciano sono stati interrogati, ma non è stato effettuato alcun arresto. Da allora la sua morte è rimasta un mistero.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Marilyn Monroe (1962)

L’iconica bomba bionda Marilyn Monroe è stata uno dei sex symbol più popolari degli anni ’50 e ha avuto una carriera di grande successo in film come I gentiluomini preferiscono le bionde, How to Marry a Millionaire, Some Like It Hot e The Seven Year Itch. Al momento della sua morte, i film di Monroe avevano incassato $ 200 milioni ($ 2 miliardi nel 2017). La sua vita amorosa e le sue lotte personali sono state pesantemente riportate nel corso della sua carriera a Hollywood.

L’amata attrice fu trovata morta nella sua casa di Brentwood il 5 agosto 1962, a causa di un’apparente overdose di barbiturici. Aveva 36 anni. La sua morte è stata ufficialmente dichiarata un probabile suicidio, ma esistono numerose teorie del complotto sulla sua morte. Queste teorie spaziano dalla famiglia Kennedy, alla CIA, al suo medico personale e governante, fino al coinvolgimento della mafia.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Bob Crane (1978)

Bob Crane è diventato un nome familiare per la sua interpretazione del colonnello Robert E. Hogan nella serie di sitcom Hogan’s Heroes a Hollywood. Anche se lo spettacolo ha evidenziato un’immagine sana, la vita personale di Crane era tutt’altro che PG. In effetti, l’attore aveva un segreto profondo e oscuro: era un dipendente dal sesso. La sua dipendenza è cresciuta solo dopo aver sviluppato un’amicizia con il direttore delle vendite di Sony Electronics John Henry Carpenter.

Carpenter ha introdotto Crane all’uso dell’attrezzatura fotografica e insieme lui e l’attore hanno incontrato donne e registrato i loro incontri sessuali. La star avrebbe continuato a creare un volgare portfolio di Polaroid e video. Purtroppo, questa dipendenza sessuale avrebbe avuto un ruolo nella sua morte prematura.

Nel 1978, il 49enne fu trovato bastonato a morte da un treppiede per macchina fotografica nel suo appartamento in Arizona. Carpenter è stato arrestato e processato per l’omicidio, ma una giuria lo ha ritenuto non colpevole. Ha affermato l’innocenza fino alla sua morte nel 1998. Il caso rimane irrisolto.

13-misteri-hollywood-irrisolti

William Desmond Taylor (1922)

William Desmond Taylor è stato un regista di successo di film muti negli anni ’10 e all’inizio degli anni ’20. Il 2 febbraio 1922, il suo corpo fu scoperto nella sua casa e lo studio cinematografico fu avvisato prima della polizia. Un “dottore” affermò che il regista era morto per cause naturali, ma l’uomo misterioso non fu mai più visto a Hollywood.

Quando è arrivata la polizia, hanno trovato diversi attori e dirigenti dello studio che setacciavano gli effetti personali di Taylor mentre giaceva morto sul pavimento. Dopo un esame, la polizia ha scoperto che è morto per una ferita da arma da fuoco alla schiena. L’attrice Mabel Normand e il cameriere di Taylor Henry Peavey erano inizialmente considerati sospetti, ma non c’erano prove sufficienti contro di loro. La stampa ha coperto pesantemente l’omicidio, ma nessuna persona è mai stata arrestata e la morte rimane un caso freddo.

13-misteri-hollywood-irrisolti

George Reeves (1959)

L’attore George Reeves è diventato un eroe per i bambini di tutto il paese quando ha indossato la famosa “S” e ha assunto il ruolo iconico di Superman, nella serie degli anni ’50 Le avventure di Superman. Sebbene il ruolo lo abbia aiutato a entrare a Hollywood, secondo quanto riferito Reeves si è sentito incasellato e presto è diventato insoddisfatto della sua carriera.

Nelle prime ore del mattino del 16 giugno 1959, Reeves morì per una ferita da arma da fuoco alla testa. La polizia è arrivata sulla scena entro un’ora e ha trovato il fidanzato di Reeves Leonore Lemmon, William Bliss, Carol Van Ronkel e lo scrittore Robert Condon. Avevano ritardato a chiamare la polizia, cosa che attribuivano al loro stato di ebbrezza.

Molti credono che il supereroe sia stato assassinato e non si sia suicidato a Hollywood. Reeves aveva già avuto una relazione con Toni Mannix, moglie del dirigente della MGM Studio Eddie Mannix. Alcuni credono che Mannix avesse ucciso Reeves per sua moglie, mentre altri vedevano Lemmon come il probabile assassino. Cosa sia successo esattamente quella notte rimane sconosciuto.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Natalie Wood (1981) Hollywood

Natalie Wood era un’amata star del cinema che ha ricevuto 3 nomination all’Oscar prima di compiere 25 anni. I suoi ruoli cinematografici più importanti includono Miracle on 34th Street, Rebel Without a Cause e West Side Story. L’attrice ha avuto due matrimoni molto pubblicizzati con suo marito Robert Wagner, con il quale era sposata al momento della sua morte.

Il 29 novembre 1981, il corpo di Wood fu recuperato dalle autorità che galleggiavano nell’acqua a faccia in giù, vestito con una camicia da notte di flanella. L’attrice, insieme al marito Wagner e all’amico Christopher Walken, aveva celebrato il Ringraziamento in mare. L’autopsia ha concluso che Wood è morto per annegamento e ipotermia. Aveva anche lividi sul corpo e sulle braccia e un taglio sulla guancia sinistra. Si presumeva che fosse scivolata in acqua mentre cercava di salire a bordo di uno squallido.

Iniziarono a circolare speculazioni sul motivo per cui la starlet stesse cercando di lasciare lo yacht in primo luogo. È stato riferito che Wood aveva litigato con Wagner la notte prima per la sua relazione con Walken. Tuttavia, a causa di dichiarazioni contrastanti dei testimoni, non è mai stato effettuato alcun arresto. La morte di Wood fu dichiarata un annegamento e altri fattori indeterminati. Il caso resta irrisolto.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Johnny Stompanato (1958)

Johnny Stompanato era una guardia del corpo e tutore del gangster Mickey Cohen e della famiglia criminale Cohen. Nel 1957, Stompanato iniziò una relazione con l’attrice Lana Turner, che spesso si rivelò tossica. Il 4 aprile 1958, l’agente fu pugnalato a morte dalla figlia adolescente di Turner Cheryl Crane a casa di sua madre. La diciassettenne ha affermato che Stompanato aveva aggredito ferocemente sua madre, quindi lei lo ha pugnalato per legittima difesa.

L’omicidio è stato giudicato un omicidio giustificabile, anche se Turner è stato citato in giudizio per $ 750.000 dalla sua famiglia (è stato successivamente liquidato per $ 20.000). Tuttavia, molti hanno ipotizzato che in realtà sia stata Lana a uccidere Stompanato e che Crane si sia presa la colpa per sua madre.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Jean Sprangler (1949)

Jean Sprangler era un’attrice e la modella sarebbe scomparsa misteriosamente nel 1949, all’età di 26 anni. È stato riferito che lasciò la sua casa di Los Angeles verso le 17:00 del 7 ottobre 1949 e disse a sua cognata che sarebbe andata a incontrare il suo ex marito e discutere del mantenimento dei figli, poi andare a lavorare in una ripresa notturna. L’aspirante attrice non si è presentata il giorno successivo ed è stata formalmente denunciata come scomparsa.

La polizia avrebbe trovato la borsa di Sprangler due giorni dopo a Griffith Park, insieme a un biglietto incompiuto indirizzato a qualcuno di nome “Kirk”. La famiglia di Sprangler non aveva idea di chi fosse Kirk e sostenevano che fosse incinta in quel momento e che stesse cercando di abortire (all’epoca erano illegali). La giovane donna non è mai stata più vista e il suo caso rimane aperto.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Bruce Lee (1973)

Bruce Lee era un attore e artista marziale di Hong Kong e americano ed è ampiamente considerato uno degli artisti marziali più influenti di tutti i tempi. Al momento della sua morte Lee soffriva di mal di testa e convulsioni e aveva assunto un analgesico, l’Equagesic. L’attore è andato a sdraiarsi intorno alle 19:30 e quando non si è presentato a cena il produttore Raymond Chow ha tentato di svegliare Lee.

Un medico è stato convocato e ha tentato di rianimare Lee. È stato mandato in ambulanza al Queen Elizabeth Hospital di Hong Kong, dove era morto al suo arrivo. Secondo l’autopsia, il cervello di Lee si era gonfiato da 1.400 a 1.575 grammi. Lee è morto per una reazione allergica al tranquillante meprobamato, un ingrediente principale di Equagesic.

Sebbene fosse ufficialmente dichiarato “morte per disavventura”, teorie selvagge e speculazioni hanno circondato la morte dell’attore 32enne. Le voci andavano dal fatto che Lee fosse stato maledetto al fatto che fosse stato ucciso dalle triadi di Hong Kong (gangster) per essersi rifiutato di pagare loro i soldi della protezione.

13-misteri-hollywood-irrisolti

Bobby Fuller (1966)

Nel 1966, Bobby Fuller era un cantante emergente che si stava facendo un nome insieme alla sua band, The Bobby Fuller Four. Il loro singolo di successo, “I Fought The Law”, stava scalando le classifiche e ricevette pesanti trasmissioni radiofoniche. Purtroppo, la sua promettente carriera ha preso una svolta tragica quando è stato trovato morto il 18 luglio 1966 all’interno della sua auto parcheggiata. Sebbene la sentenza iniziale fosse un suicidio, è stato rivelato che Fuller era stato cosparso di benzina e una tanica di benzina era situata sul pavimento.

Le autorità credevano che il cantante fosse morto per inalazione dei vapori di benzina, ma aveva anche lividi e sangue è stato trovato sul sedile dell’auto. Sebbene fosse morto da diverse ore, la sua macchina era stata parcheggiata davanti al suo appartamento di Los Angeles solo per un breve periodo. Molti ipotizzano che l’autore del reato non sia stato in grado di dare fuoco all’auto prima di fuggire. La morte del 23enne è offuscata da sospetti e non è mai stato effettuato alcun arresto formale.

Fonte Reelrundown

Ecco 1 10 misteri irrisolti di Hollywood, che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto o sulla nostra pagina Facebook!

Condividi

About Donovan Rossetto

Esperto RetroGamer, scrittore, giornalista e divulgatore di tematiche legate al mondo del Mistero. Appassionato di StarWars e della nuova console Microsoft. Passa il tempo nella ricerca di verità e giocando all'Oculus! Uno dei più forti in Italia su CS:GO e sui giochi picchia-duro.

View all posts by Donovan Rossetto
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti