Path of the Warrior la nostra recensione

Hai mai sognato di scatenare una epica rissa in un bar? O entrare in un mondo simile a quel buon vecchio di Double Dragon? Beh puoi!

Path of the Warrior è un titolo di realtà virtuale creato da Twisted Pixel Games, dove oltre a farci a prendere a calci e pugni vari teppisti e combattenti professionisti, aiuta a tenerci in forma, perché vi posso assicurare che si suda!

Un titolo che da quando un player acquista un dispositivo VR deve avere in libreria, causa della sua categoria e il divertimento che offre, d’obbligo in questa dimensione.

Ecco il trailer:

Un classico picchia-duro a scorrimento laterale in versione VR, quindi rende il tutto molto retrogame se pur in realtà è proprio tutt’altro.

Cominciamo a raccontare come funziona una volta avviato.

Il GamePlay di Path of the Warrior

Se hai sempre amato i vecchi titoli che vedevano come protagonisti grossi e muscolosi personaggi costantemente arrabbiati, soprattutto quando li incontravi in quei cabinati posizionati all’interno dei magici mondi chiamati sale giochi, beh allora non serve dire altro e dovresti già avere questo gioco in libreria, ma per tutti gli altri ve lo spieghiamo.

Dopo aver scelto uno dei due personaggi da interpretare, ci troviamo fuori da un locale a Rage City, dove immediatamente un bullo classico della coltura videoludica, quindi con un abbigliamento ribelle e borchiato, cerca guai e li ha trovati.

Twisted Pixel is back with a VR brawler, and it's out right now

Con questo bulletto impariamo tutte le tecniche di combattimento necessarie ad affrontare chiunque, soprattutto i poteri intercambiabili del nostro smartwatch, dopo aver messo al proprio posto lui e altri due ceffi, entriamo nel pub.

Tutte le più grandi risse cominciano da un locale, proprio come succedeva nei film di Bud Spencer e Terence Hill, infatti possiamo utilizzare praticamente tutto quello che ci circonda per avere la meglio, bicchieri, stecche da biliardo e mangiare qualcosa tra un pugno e l’altro.

Troviamo delle persone intrappolate dai bulli con addosso delle bombe? Beh prendi a pugni qualunque cosa e il problema si risolve.

Path of the Warrior Game Review - A Violent Nostalgia Trip Worth Taking!

Dopo molti nemici nel salone principale del Pub, ci troviamo nelle cucine e avendo esperienza dovuta ai film del grande Jackie Chan, ho puntato lo sguardo immediatamente agli attrezzi della friggitrice e alle padelle come arma contro i nemici.

Dovrete schivare, usare il calcio premendo i tasti del controller e imparare come affrontare i diversi cattivi, tra questi non mancano i boss, sempre più forti e tecnici.

Inoltre anche dei mini-giochi, insomma non voglio dire molto altro o vi rovinerei l’esperienza.

Reparto audio e grafico di Path of the Warrior

Colonne sonore perfette per darti la carica e aumentare la velocità dei pugni, gli stessi che emettono suoni diversi a seconda di dove si colpisce.

La canzone principale è stata creata su misura e ve la riporto qui, oltre che a inserirla nei preferiti e ascoltarmela tutto il pomeriggio!

Una grafica che rientra nello stile del gioco scelto, quindi adatta al gameplay, inutile pretenderne una diversa, renderebbe di meno l’idea del retrogame in VR, lo vedo perfetto e forse pure troppo.

Gli ambienti sono vasti e decorati di dettagli, come scritte, pavimentazioni rovinate e quasi tutto si può afferrare o rompere, c’è stato messo il cuore in questo progetto e si vede.

La nostra recensione di Path of the Warrior

Non importa se avete sempre avuto voglia di prendere a pugni un clown, un bullo o un ninja su pattini, su Path of the Warrior potete fare tutte le cose e in ambienti adatti, come sala giochi, cucine e nella strada.

Aiuta oltre che a divertirsi, a tenersi in forma e a sfogarsi nel caso la giornata sia andata storta, davvero, è terapeutico prendere a pugni qualcuno in una realtà virtuale, di certo non sarebbe produttivo farlo nel bar sotto casa no?

Uno dei titoli più belli per dispositivi Vr, noi lo abbiamo testato su Oculus Quest 2 e oltre il problema della sudorazione che è inevitabile, ci ha divertito molto e lo farà sempre. Anche se si finisce la storia, la si può ripetere con un amico e dividersi i bulli da affrontare.

Dovendo cambiare qualcosa, aggiungerei più modi per pararsi dagli attacchi, vorrei vedere tutto il resto delle braccia e del corpo, oltre che le manone da palestrato. Mi farebbe sentire più all’interno di Rage City in questa maniera!

Comunque sia ve lo consiglio e vi linko la pagina del negozio, dove potete acquistare 1,68 Gb di magia in PEGI 7, quindi per tutta la famiglia, basta PREMERE QUI!

Volevo ringraziare personalmente la Twisted Pixel Games per la key di gioco, aspettando con ansia quella del titolo “The B Team” e altri capolavori come questo!

Ora il nostro voto conclusivo per Path of the Warrior

Vi lascio a un’altra nostra recente recensione…

Condividi

About Donovan Rossetto

Esperto RetroGamer, scrittore, giornalista e divulgatore di tematiche legate al mondo del Mistero. Appassionato di StarWars e della nuova console Microsoft. Passa il tempo nella ricerca di verità e giocando all'Oculus! Uno dei più forti in Italia su CS:GO e sui giochi picchia-duro.

View all posts by Donovan Rossetto
Iscriviti
Inviami notifiche
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti