Oggi vi mostrerò quali sono le leggende metropolitane tra le più spaventose degli Stati Uniti. Mettetevi comodi, che si parte.

Molti di noi, sanno che la maggior parte delle leggende metropolitane riguardano il territorio americano; oggi vi parlerò delle più inquietanti, presenti propio negli Stati Uniti.

Leggende metropolitane degli Stati Uniti

1- Bloody Mary

Mary era una donna vissuta durante il periodo dell’Inquisizione, molte persone credevano che fosse una strega e viveva in una piccola capanna in mezzo alla foresta. Gli abitanti dei villaggi locali temevano ricevere maledetti se si fossero avvicinati a lei.

Mary era una guaritrice e un’ostetrica, fornendo servizi agli abitanti di un villaggio; la sua bellezza attirava l’invidia delle donne e l’odio degli uomini, poiché non era aveva a nessun marito. Mary sarebbe stata accusata di praticare malefici agli abitanti del villaggio e di aver causato la morte di una donna e del suo bambino durante il parto. 

Quindi fu accusata di essere una strega e poi imprigionata, infine condannata a morte tramite l’impiccagione; l’esecuzione fu realizzata con una cinghia di cuoio avvolta intorno al collo. Si dice che durante l’esecuzione, assistita dall’intero villaggio, Mary abbia maledetto i suoi carnefici. Coloro che avrebbero ripetuto il suo nome, sarebbero stati uccisi dal suo spirito in cerca di vendetta.

La leggenda dice che se pronunci il nome Mary davanti allo specchio, apparirà il fantasma di una donna che ti sfigurerà il viso o addirittura di caverà gli occhi e ti ammazzerà.

2- I ritratti

La leggenda narra di un cacciatore, che dopo una lunga giornata di caccia, si fosse perso in una foresta. Si stava facendo buio e decise di camminare in una sola direzione per cercare di uscire da quel luogo. Dopo un po’ trovò una vecchia capanna e rendendosi conto di quanto fosse buio, decise di vedere se poteva passare la notte lì. La porta era socchiusa e non c’era nessuno,così entrò e si sdraiò sull’unico letto che c’era.

Il cacciatore si svegliò nel cuore della notte, accese una torcia e vide qualcosa che prima non c’era: le pareti erano piene di quadri. Immagini di persone dipinte con un realismo incredibile, che metteva in risalto i loro volti furiosi. Ce n’erano diversi ed erano così reali che sembravano fossero vivi,  fissando il cacciatore con un profondo odio.

L’uomo ha iniziato a sentirsi estremamente a disagio e facendo uno sforzo enorme per ignorare quegli sguardi, si voltò nel letto e tornò a dormire. Al mattino, si svegliò con i raggi di sole che entravano dalla finestra e con grande stupore vide che i quadri inquientanti erano spariti.

3- Vanishing Hitchhiker

Questa leggenda racconta la storia di un uomo che stava guidando di notte, apparentemente di ritorno dal suo lavoro, quando ad un tratto vede una figura femminile in abiti chiari, in piedi sulla strada. L’uomo decide di fermarsi e chiedere se è tutto a posto, la donna si volta e gli dice di sì, che ha solo bisogno di un passaggio e l’autista gentilmente glielo concede.

Quando le chiede la destinazione, sua , l’uomo riceve istruzioni che lo portano in un tipico quartiere residenziale. La ragazza saluta e si avvia verso una delle case, ma poco dopo l’autista si accorge che aveva dimenticato la un fazzoletto sul sedile del passeggero.

L’uomo insegue la ragazza e bussa alla porta di una casa dove lei era entrata un minuto prima. Ad aprire si presenta un signore, che il padre della fanciulla, ma quando l’autista gli spiega la situazione, scopre che la donna seduta sul sedile della sua auto, è morta 5 5 anniprima in un incidente d’auto, nello stesso punto della strada dove faceva l’autostop ed era stata sepolta con quel fazzoletto.

4- La statua del clown

Una notte, una coppia di sposi decise di uscire e trascorrere del tempo da soli;  siccome avevano due figli, chiamarono la loro tata di fiducia e le chiesero di prendersi cura dei bambini. Come tutte le notti in cui era responsabile dei minori, la tata preparava a loro la cena e raccontava una storia affinchè potessero dormire.

Fatto questo, scende in cucina per preparare la cena per se stessa, ma prima di iniziare a mangiare viene sorpresa dalle urla dei piccoli; sale le scale, va nella stanza dei bambini, e li trova abbracciati in uno stato di completa disperazione, poi vede che la finestra della camera è spalancata.

La tata la chiude, e da la colpa al vento forte che avrebbe aperto la finestra e spaventato i bambini; ma decide di sedersi vicino a loro per tranquillizzarli. Quando accende le luci si spaventa un po’ perchè si accorge che sulla sua sedia c’era la statua di un clown; aveva la testa abbassata, le braccia incrociate sul corpo e le gambe ampiamente distanziate.

Quindi la tata scende in salotto per chiamare il padre dei bambini, dopo aver raccontato l’accaduto, ha chiesto se poteva coprire quella statua con un panno, dato che le faceva venire i brividi. Dopo un breve silenzio, il padre urla alla tata di prendere i figli e scappare dai vicini perchè non aveva mai avuto una statua del clown in casa.

La donna torna nella camera dei bambini, ma scopre che la statua è sparita e purtroppo i due piccoli sono stati uccisi. La giovane donna scende disperatamente le scale, cercando l’uscita della casa, però non fu stata abbastanza veloce. Quando i genitori dei bambini tornarono a casa, trovarono i 3 corpi senza vita e pieni di sangue.

Se conoscete altre leggende metropolitane, scrivetele sotto nei commenti.

Qua sotto vi lascio un articolo che parla di Amityville una delle case più infestate del mondo.

Seguiteci su Facebook.

Condividi

About Marco Buoso

Marco ama i film d'azione, i grandi classici intramontabili ma anche le nuove serie come Casa di Carta e Narcos. Non solo si interessa al film o serie, ma ricerca curiosità su attori e notizie in anteprima.

View all posts by Marco Buoso
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] Le più inquietanti leggende metropolitane americane […]