Ho giocato e recensito molti titoli retrogame riportati alla luce sulle nuove console, ma mai avrei pensato di innamorarvi nuovamente…

Pang Adventures è sviluppato da Pastagames di Rayman Legends e DotEmu di Streets of Rage 4, insomma una coppia vincente! Ma l’originale Pang è nato nel 1989 e ha avuto un enorme successo in tutte le sala-giochi del mondo, prima di sbarcare su console o computer.

Pang lo conoscete tutti e anche se non fosse questo titolo va assolutamente inserito nella libreria della vostra console preferita, ma prima di spiegarvi il perchè facciamo un quadro in generale di questo capolavoro.

All’inizio su Pang Adventures abbiamo solo una modalità su tre disponibile, questa è praticamente la storia, i fratelli Pang vengono chiamati in soccorso, perchè la terra è stata attaccata dagli alieni.

Quindi prendiamo il volo e andiamo ad affrontare queste bolle mandate dagli extraterrestri, facendole sparire stato dopo stato.

In volo incontriamo anche il boss, questo diventa sempre più forte e difficile da sconfiggere.

Possiamo scegliere uno dei due fratelli Pang, dargli una sigla di tre lettere o altrimenti prendere entrambi e giocare con un amico, questo rende le cose più semplici ma allo stesso tempo più confusionarie.

Avendo giocato alla versione per Nintendo Switch posso dirvi che per sparare si utilizza il tasto A, mentre per muoversi possiamo scegliere tra analogico o freccette, queste ultime le preferisco nei giochi dove il movimento serve che sia preciso, ma è questione di abitudine.

Non serve sapere altro a livello di comandi, i potenziamenti in game, si sbloccano sparandoci sopra, o cadono dalle bolle, per attivarli basterà passarci attraverso.

Più avanziamo nella storia, più il gioco aumenta di difficoltà, gli enigmi si complicano e i boss aumentano di abilità e vita.

Può sembrare difficile all’inizio, ma non abbiate paura, una volta capito come evitare e colpire le bolle diventerà tutto molto divertente e nemmeno tanto complicato, i livelli vanno un attimo studiati e la logica deve sovrastare l’attacco, a volte può bastare un colpo piazzato al momento giusto, sulla bolla giusta e completeremo il livello – per esempio ci sono delle bolle numerate e di colore nero, il numero segna i secondi di esplosione se la colpiamo, quindi basta colpire, attendere che scorrano i secondi e avremo superato il livello.

Molte superfici o bolle contengono dei potenziamenti, come lancia fiamme o un’arma a canne rotanti simile ad una Minigun, oltre a scudi o delle clessidre che fermano il tempo per una manciata di secondi. Tutti questi oggetti potenziamento, sono fondamentali nel livello in cui si trovano e non sono li per caso.

Oltre agli oggetti avremo a che fare con dei simpatici animaletti, questi non sono minacciosi nei nostri confronti ma possono aiutarci o darci estremamente fastidio, dipende dal livello. Può capitare di farci aiutare a scoppiare le bolle aliene da un gruppo di granchi o essere disturbati da uno stormo di gabbiani che oltre a proteggere le bolle involontariamente facendosi colpire, potrebbero anche far cadere delle uova che ci rallentano, ma tranquilli se sono li hanno un loro perchè, sempre.

Pang Adventures è una rivisitazione di un titolo retrogame in cui io ero veramente negato, infatti a stento superavo il livello 3, inserendo nel cabinato molti ma molti gettoni, ma qui tutto cambia…

Ecco la nostra recensione di Pang Adventures per Nintendo Switch

Sono stato sorpreso, ogni secondo di gioco è stato esilarante, cominciando subito dalle bellissime colonne sonore che danno una carica incredibile, armoniose, divertenti e perfette per non annoiare anche quando perdiamo di continuo, le colonne sonore hanno un ruolo importante in un titolo abbastanza difficile, quello di non stressare e nemmeno diventare ripetitivo, beh, hanno fatto un buono lavoro.

È lo stesso identico titolo di un tempo? Si ma completamente diverso graficamente e con aggiunte fantastiche, come la trama e le sezioni video animate, è praticamente un capolavoro come pochi del genere.

Pang non ha mai avuto rivali o giochi che hanno scelto questo tipo di gameplay unico nel suo genere, infatti avevo molta ma molta paura quando fu annunciato Pang Adventures nel 2016, fortunatamente la mia paura era infondata e giocandoci ritrovo il vero piacere di un buon videogames, uno di quelli che non segue la moda, che non cambia a seconda del giocatore, ma rimane fedele a ciò che era, solo rendendolo giocabile e apprezzabile anche dalle nuove generazioni, non ho parole per descrivervi quanto questo titolo sia fantastico, infatti esprimo tutta la mia felicità in questo voto ufficiale del El Cartel Del Gaming.

Ecco il nostro voto per Pang Adventures Nintendo Switch

Vi lasciamo ad un’altra recensione sempre di un titolo Nintendo Switch

Condividi

About Donovan Rossetto

Esperto retrogame, possiede tutte le console dagli anni 90 ad oggi, collezionista di action-figure e storico campione di Tekken 3! Importante streamer su Youtube e Twitch.tv. Ultimamente ha grandi punteggi in CS:GO!

View all posts by Donovan Rossetto
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] Pang Adventures: la nostra recensione Switch Giuseppe Ambrosino […]