Noi del Cartel lo abbiamo incontrato in più fiere, in una di questa ha portato anche un doppio cosplay…

Stefano Zorzi, si presenta con il nickname Cosplaypercaso, questo è molto studiato, perchè descrive proprio come i fatti sono realmente andati.

La sua passione per il grande mondo dei cosplayer, nasce nel 2016 guardando la Tv, in un reality show stavano mostrando dei cosplay realizzati in Giappone, rimanendo incantato da ciò che vedeva, i costumi, le parrucche , le armi, ecc… la passione per questo mondo non poteva che cominciare a germogliare. Due anni dopo, visita la sua prima fiera cosplay e in quel momento capisce che in qualche modo, di quel mondo, ne deve far parte.


Non potevo credere alle meraviglie che avevo davanti a me, tra armature pazzesche, trucchi mozzafiato e parrucche strepitose, e colsi l’occasione quel giorno per chiedere qualche informazione a quei cosplayer, che oggi sono diventati miei grandi amici, sul cosa significasse per loro essere cosplayer , come mai aver scelto proprio quel personaggio, cosa si provasse a impersonare un personaggio che amano, come funzionava la gara cosplay, insomma , avevo l’occasione che tanto aspettavo e non volevo farmela scappare assolutamente…

Stefano


Qualche tempo dopo, in un periodo per Stefano Zorzi abbastanza buio, ritrova la luce sapendo che vicino alla sua città, si sarebbe tenuto un’altro evento cosplay, il BeComix di Padova 2019.

In questo evento, dove anche noi del Cartel eravamo presenti, Cosplaypercaso decide di parteciparvi come cosplayer e di vestire nei panni di Harry Potter. Tutto solo e ai primi passi Stefano comincia ad entrare con timore, ma bastano pochi istanti per trovare altri cosplayer fan della saga con cui socializzare e così tutto cambia.


Improvvisamente la professoressa Sprite e Hermione Granger si avvicinano a Harry Zorzi e cominciano così a chiacchierare alla fiera tra un sacco di fotografi e nuovi fans attratti dal trio.

L’impavido Stefano Zorzi, nonostante sia la sua prima fiera come cosplayer, decide di partecipare alla gara cosplay in fiera, decide di portare dei brani musicali dedicati alla saga del suo personaggio, suonandoli dal vivo approfittando di 13 anni di studio musicale, ma purtroppo non vinse nulla.
Ma sopravvisse a tutto, alla gara, alla sua prima volta, e quindi scopre che tutto questo farà parte della sua vita, senz’altro…

Oltretutto sembra che proprio in quel gioco e in quella fiera, Stefano incontrò la sua anima gemella, ma non aveva detto di non aver vinto nulla? Per una persona a quanto pare, il podio l’ha conquistato!


Harry Potter aveva fatto più magie di quanto mi sarei mai aspettato, tant’è vero che nel tempo questo personaggio si è evoluto sempre di più e decisi di portarlo sempre a ogni fiera a cui ho avuto la possibilità di partecipare , tuttavia non riuscendo mai nell’intento di conquistare una vittoria in competizione…

Stefano

Una svolta avviene al RiminiComix 2019, sempre in compagnia del cosplay di Harry Potter ma con in riserbo un nuovo personaggio, consigliato proprio dalla ragazza. Questo personaggio con il tempo diventa uno dei più affibbiati al nick Cosplaypercaso, parliamo di The Mask.

Quindi decide di dividere i giorni della fiera per i cosplay che vuole portare, con problemi gravi al trucco di The Mask, essendo nuovo in tutto questo, vedeva il trucco scivolare di continuo, insomma molto stressante, anche perchè il maltempo non era d’aiuto. Non vuole assolutamente fare brutta figura e vuole rendere giustizia al personaggio scelto, quindi Stefano dedica 2 ore al giorno per 2 mesi alle prove di esibizione.

Domenica sera, finalmente il dopo gara, tutti gli amici e conoscenti di Stefano Zorzi lo indicano come sicuro vincitore, ma lui diffida ed è molto pensieroso ma…. ecco il premio per Miglior Interpretazione aggiudicato!


Sono saltato in piedi e ho lanciato un urlo che ha fatto impaurire tutti coloro che mi erano vicini. Questo è stato uno dei momenti che più mi è rimasto in memoria, perché quel giorno ho imparato che nulla è deciso, non bisogna mai perdere la speranza e soprattutto non bisogna mai scoraggiarsi o sottostimarsi perché quando meno te lo aspetti le sorprese arrivano.

Stefano

E dopo Rimini , The Mask ha conquistato altre importanti vittorie , a Milano, Bologna, Venezia, Pordenone e molte altre….


Dopo The Mask sono arrivati molti altri personaggi, tutti provenienti da mondi molto diversi tra loro, Yugo dalla serie Yu-Gi-Oh Arc V, Pennywise dal film IT, concentrandosi sulle espressioni facciali e l’espressività, con il costume personalizzato, per renderlo unico. Poi Shawn dalla serie di cartoni animati A tutto Reality, Jake Sully il protagonista del suo film preferito “Avatar” e per ultimo Levi Ackerman dall’anime Attack on Titan.


Tutti i personaggi realizzati da Stefano Zorzi, Cosplaypercaso, sono impegnativi ma mai quanto quello di Jake Sully di Avatar.

Un’ora e mezza o poco più, per realizzare il trucco in viso, ma poi collo, braccia ecc… ma oltre a questo anche le armi, l’arco, le frecce e tutte le parti di ambientazione della flora di Pandora.

Per realizzare il tutto Stefano ha impiegato molti mesi e i materiali sono comuni e trovati qua e la, come tubi, cavi elettrici, vasi, lamiere, bottiglie, viti e via dicendo…


Adora il panorama cosplayer, molta fantasia e tanta passione, ma non ama come a volte venga giudicato in gara un cosplayer, ad esempio non trova corretto che penalizzi una esibizione il malfunzionamento di qualche parte del cosplay. Bisogna appunto tener conto anche della agitazione in gara.

Per Cosplaypercaso non devono esistere sfide e competizioni l’uno contro l’altro, il tutto deve essere un modo per affrontare e migliorare se stessi.

Il cosplay è come un teatro a cielo aperto, ovvero un mondo in cui non c’è un tema, ma ognuno è l’interprete di se stesso, ognuno deve credere in ciò che fa ed essere sempre orgoglioso di ciò.

Stefano

Stefano quindi comincia a vivere da cosplayer nella quotidianità, a riflettere sul vero significato e inaspettatamente inizia a fare anche qualche commissione, a creare degli audio, degli oggetti di scena, riuscendo così ad aumentare le amicizie e perchè no, anche guadagnando denaro.
In questa grande avventura ama ogni sua singola creazione, ognuna di queste fa fortemente parte del suo carattere e questo è un modo di esteriorizzare, anche se uno dei suoi preferiti rimane The Mask e non per il numero delle vittorie, ma perchè lo rappresenta di più.

Ora ha qualche grande progetto riservato per le prossime esibizioni, a quanto pare sta radunando una grandissima squadra, ma è tutto ancora molto riservato. Concludo ringraziando El Cartel Del Gaming per questa bellissima opportunità che mi avete concesso, un super ringraziamento alla mia “Cameron Diaz” che in realtà si chiama Messua. Un super mega ringraziamento a tutti coloro che sono coinvolti in questo grandissimo progetto, grazie di cuore a tutti, se non fosse per voi questo progetto non sarebbe mai nato, continuate così! Il mio motto è “ Le cose belle nascono per caso” per tanto non arrendetevi mai.

Stefano Zorzi Cosplaypercaso

Come seguire Stefano Zorzi ” Cosplaypercaso”? Ecco tutti i link…

Facebook

Instagram

Ecco un’altra delle nostre interviste

Condividi

About Donovan Rossetto

Esperto retrogame, possiede tutte le console dagli anni 90 ad oggi, collezionista di action-figure e storico campione di Tekken 3! Importante streamer su Youtube e Twitch.tv. Ultimamente ha grandi punteggi in CS:GO!

View all posts by Donovan Rossetto
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments