Valorant è uno dei giochi competitivi più interessanti del momento, ha preso spunto dal colosso CS:GO, ma ha portato delle migliorie…

Il titolo per ora ha solo 4 mappe, ma in compenso ha molti personaggi e nuove skin arma ogni giorno sempre più fantasiose. La mappa Bind è una delle più apprezzate, per i diversi approcci che essa permette.

Nella nostra partita siamo in 5 contro 5, una squadra in difesa e una in attacco, quella che ha il compito di difendere i punti A-B ha diverse opportunità di osservazione, ma sopratutto chi deve attaccare e piazzare la Spike ha molte strategie da utilizzare, tra cui una che permette la riuscita al 90% dei casi.

Partiamo quindi dalla difesa dei due punti della mappa Bind di Valorant:

Innanzitutto è opportuno dividere sempre bene la squadra, due persone in A, due in B e l’ultimo al centro, aspettando le segnalazioni degli amici, in chat vocale o utilizzando il tasto segnalazione “Z”.

Nella mappa qui sopra vi mostro la miglior strategia di controllo dei punti A-B, il numero 1 tiene sotto controllo il bagno, uno dei punti d’ingresso al punto A meno utilizzati, ma comunque da controllare. Il numero 2, sempre nel punto A tiene controllata la zona del teletrasporto per ben due motivi, per bloccare l’ingresso al punto e per segnalare lo spostamento tramite appunto teletrasporto al team.

Per quanto riguarda la zona B invece, ho sistemato il 4 nell’ingresso usato maggiormente per la zona B, nel balcone o più comunemente chiamata finestra. Da quella posizione, sopra a delle scatole, prenderemo i nemici di sorpresa, potremmo lanciare trappole e granate e saremo in una bella posizione per mirare e per non farci colpire facilmente. Il numero 5 invece fa le vedi del numero 1, controlla sia il teletrasporto del punto B che il giardino, attenzione però che la visibilità sarà ridotta, quindi è consigliabile tenere ben alto il volume in cuffia. Sempre il numero 5 però ha un punto debole, se i nemici superassero la finestra, sarebbe scoperto anche se possiede un buon punto preciso per mirare e sparare.

Il numero 3 invece attende gli spostamenti nemici, se scegliesse uno dei due punti sarebbe molto lento a spostarsi tra l’uno e l’altro, che comunque sono già ben coperti inizialmente.

Un personaggio sempre comodo è di sicuro Brimstone, insieme a lui anche Jett e Omen con le loro difese fumogene possiamo aiutare nella protezione della zona, ecco una mappa che indica i punti migliori per le protezioni fumogene:

Queste non sono impenetrabili ma attenzione, i nemici che le affrontano e decidono di superarle ne usciranno con una visione ridotta, quindi facile da colpire e abbattere. Come secondo utilizzo potrebbe farli attendere che la nube sparisca, quindi perdere tempo prezioso per il piazzamento della bomba Spike.

Ora invece passiamo all’attacco…

Come attaccare la mappa Bind di Valorant

Per attaccare questa mappa e piazzare la Spike al 90% dei casi ci sono diverse strategie, con il tempo ne ho sviluppata una che voglio chiamare ” La strategia del Cartello” e che vi spiegherò per ultima.

Per cominciare è obbligo dire che è meglio stare quasi sempre tutti uniti durante un attacco e seguire la Spike, meglio dire chi ha preso la Spike. A volte un diversivo fa comodo negli ultimi round, ad esempio uno dei 5 giocatori potrebbe fare un po’ di confusione nel punto B, poco dopo la squadra di 4 colpire invece il punto A. Ma anche viceversa, cioè in 4 attaccano uno dei due punti, a meta scontro un solitario piazza la Spike nell’altro punto, questo però è molto pericolo; potrebbe essere ucciso e così il nemico avrebbe tutto il tempo di disinnescare la bomba Spike.

Se abbiamo deciso di attaccare il punto B non è mai consigliabile giocare uniti e passare per la finestra, meglio sempre approcciare B da entrambi i lati e cercare di prendere alla sprovvista la difesa, a meno che non difendano la zona come da me suggerito.

Quindi la soluzione migliore è che tre giocatori attacchino la finestra facendo attenzione al punto Link, mentre due passano per il Garden come mostrato nella immagine qui sotto.

Se invece vogliamo attaccare il punto A, la divisione deve essere la stessa 3-2 ma consiglio il metodo meno usato, 3 nel bagno e 2 in Cubby, verso il teletrasporto. Se siete insicuri avvicinatevi tutti dal punto Cubby, cosi da poter cambiare zona rapidamente usufruendo del teletrasporto o del corridoio antecedente. È sempre meglio lasciare uno della squadra a controllare le retrovie, almeno inizialmente.

Ma ecco la “Strategia del Cartello” per affrontare la mappa Blind in valorant

La tecnica è veramente unica e in pochi hanno avuto la possibilità di provarla, ma vi assicuro che anche se può sembrare poco funzionale, è molto intelligente e farà impazzire i nemici in difesa.

Innanzitutto dirigiamoci con tutto il team nel Garden del punto B:

Una volta arrivati in questa posizione, controllate se il punto B è libero, se così è entrate e piazzate la spike e poi difendete la zona ovviamente. Nel caso invece che B sia tenuta sotto controllo, anche solo da 1 persona del team nemico, fatevi vedere e poi pian piano prendete tutti i teletrasporto affianco. Chi vi ha avvistato avviserà automaticamente gli amici della vostra presenza e tutti si fionderanno nel punto B per difenderlo.

Voi sarete invece teletrasportati nel punto A, dove al massimo troverete un solitario, quindi non andate con cautela ma corrette e attaccate con forza, poi piazzate la Spike.

I nemici torneranno a correre e saprete già da dove arrivano, perché ve lo mostro ora:

Questa strategia permette di valutare l’attacco in due punti in un solo round, quindi da la possibilità doppia di vincere, comunque confonde e divide il team nemico.

Insieme alla strategia occorre anche una buona mira e molta calma, infatti ricordate di non sparare in movimento e di mirare sempre alla testa, di non pushare in difesa e di non camperare in attacco, sembra una regola superficiale ma purtroppo non è così.

Fatemi sapere se la nostra tecnica funziona, scrivendoci sulla nostra pagina Facebook o sul nostro canale Twitch!

Condividi

Commenti Facebook

About Donovan Rossetto

Esperto retrogame, possiede tutte le console dagli anni 90 ad oggi, collezionista di action-figure e storico campione di Tekken 3! Ultimamente ha grandi punteggi in CS:GO! Inviato alle fiere del nord-est italia per interviste e video!

View all posts by Donovan Rossetto