Alwa s Legacy è un gioco pazzesco nel suo genere!

Abbiamo provato su Switch Alwa’s Legacy di Elden Pixel e siamo rimasti sbalorditi, ci siamo presi un po di tempo per fornire una recensione con i fiocchi, anche se abbiamo il gioco dal day one.

Questo gioco è strabiliante contando anche il fatto che si può giocare in mobilità su una Switch! Il retrogaming ai giorni nostri va sempre più di moda, un po’ per nostalgia, un po’ per recuperare i capolavori del passato. Alwa’s Legacy è un gioco in 16 bit, che richiama molto il retrogaming. Il gioco è il sequel di Alwa’s Awakening, ma non bisogna per forza giocare il primo per capire il secondo. La storia riprende però con il nostro eroe Zoe che si sveglia vicino ad un laghetto ad Alwa, avendo perso ogni ricordo di come sia arrivata lì.

Dopo un rapido incontro con il cattivo dell’ultimo gioco, Vicar, Zoe ha il compito di prendere un libro misterioso e viaggiare per la terra di Alwa per raccogliere artefatti magici e combattere i demoni, che si spera dovrebbero riempire i vuoti della sua memoria.

La terra di Alwa è costruita in modo non lineare, in stile Metroidvania, che ispira regolarmente un certo senso di soggezione. Sei sempre sottilmente incitato su dove andare dopo, il che aiuta a eludere i problemi del primo gioco con la direzione, ma non ti viene mai spiegato esplicitamente cosa devi fare. Questo naturalmente ti incoraggia a esplorare i mondi progettati in modo complesso, che contengono una miscela sapientemente bilanciata di combattimento leggero, risoluzione di enigmi e platform.

Questi livelli interconnessi sono molto più facili da navigare grazie al sistema di mappe migliorato. La musica è un capolavoro, non ne ho mai sentite di cosi belle! Un sequel fatto con tutto rispetto.

Conclusioni

Alwa’s Legacy è un eccellente esempio di come realizzare un sequel appropriato; prende tutto ciò che l’originale ha fatto bene e si basa su di esso, aggiunge alcune nuove idee proprie e corregge i problemi che erano precedentemente presenti. Purtroppo però sono poche le lingue in cui il gioco è disponibile, manca soprattutto l’italiano, per giocarlo dovreste masticare un po’ di inglese. Potrebbe essere un po’ corto, ma Alwa’s Legacy è il tipo di gioco che esce solo una volta ogni tanto, ricordandoti il tipo di qualità che è possibile quando una squadra dedicata si prende il tempo di fare un lucido e prodotto finale ben progettato. Il miglior Metroidvania su Switch? Questo è del tutto soggettivo, ovviamente, ma quelli di voi che amano il genere devono a voi stessi di provarlo.

Condividi

Commenti Facebook

About Giuseppe Ambrosino

Ama i giochi sportivi, veterano di Fifa e Pes, oltretutto anche campione di tornei a livello nazionale, sempre al computer ma appassionato folle delle console, da quando è nato ne ha sempre acquistate ma mai venduta una, almeno che non fosse doppia!

View all posts by Giuseppe Ambrosino