Una serie che porta avanti inutilmente le vicende di Vis a Vis, la serie che vede come protagoniste delle prigioniere di un carcere femminile…

Nonostante la buona recitazione di Maggie Civantos (Macarena) e Najwa Nimri (Zulema), conosciuta anche per Casa di Carta, il sequel Vis a Vis: El Oasis ha rovinato la grande conclusione della serie precedente.

La serie Vis a Vis vede come finale di ben 4 stagioni una grande rivincita delle protagoniste, in questa anche Alba Flores, la Nairobi che tutti conosciamo; Alba ad esempio non ha voluto partecipare a questo sequel, penso grazie ai manager o alla sua presunta giusta scelta di non rovinarsi la carriera al nascere, ha comunque fatto una apparizione anche se molto piccola davvero.

Vis a Vis: El Oasis ha molte idee non proprie e ora cercherò di spiegarvi quali…

Ad esempio El Oasis, l’Hotel in cui alloggiano le nostre protagoniste! Le stanze di questo Hotel possiedono degli specchi finti, i classici che vengono usati dalla sicurezza anche nei centri commerciali, quelli che visti dalla parte posteriore permettono di vederci oltre; questi specchi sono stati usati svariate volte nei film e serie, uno però è particolarmente simile.

Un Hotel praticamente identico esiste ed è stato già rivisitato nel film “7 sconosciuti a El Royale”, titolo originale: “Bad Times at the El Royale”, con l’attore Chris Hemsworth. In questo film, girato all’interno dell’Hotel, gli specchi sono in ogni stanza, dall’altra parte un tunnel dove si poteva guardare e filmare, tecnica usata per ricattare vip e politici all’epoca.

In Vis a Vis: El Oasis abbiamo la stessa medesima idea, tenendo conto che il Film dedicato al El Royale è uscito nel 2018, questo invece ha solo pochi giorni.

Non ci vuole un genio per renderci conto che anche il titolo scelto non è molto originale: El Oasis ed El Royale, sembra quasi un plagio, una parodia.

Un’altro punto copiato drasticamente lo vediamo verso la fine, quando Victor decide di riesumare un cadavere (non dico chi o come per non fare spoiler). In quel momento l’attore fà una battuta che tutto il mondo conosce: Potrebbe andare peggio! Potrebbe piovere! Spero vivamente che sia stata messa appositamente per citare il grande film di Mel Brooks Frankenstein Junior del 1974, ma se così non fosse sarebbe veramente demenziale non trovate? Comunque quella battuta no-sense e altre mille simile rendono la Vis a Vis: El Oasis una serie parodia, simile agli Scary Movie di un tempo.

Quindi prende tutta un’altra piega, una trama scontata e già vista, una Zulema fragile e quasi ridicola e buchi frequenti nella trama. Perche fare una cosa simile? Ovviamente la serie Vis a Vis ha fatto un grande successo, pensate che ha totalizzato circa 30 milioni di spettatori, ma è finita! Questo sequel forzato ha rovinato tutta la serie, lasciando un ricordo veramente amaro, quasi quanto la brutta stagione finale di Game of Thrones!

Per fortuna a quanto pare, sembra che non ci riproveranno! È vero che bisogna cavalcare l’onda, ma c’è il rischio di fare una brutta figura no?

Condividi

Commenti Facebook

About Donovan Rossetto

Esperto retrogame, possiede tutte le console dagli anni 90 ad oggi, collezionista di action-figure e storico campione di Tekken 3! Ultimamente ha grandi punteggi in CS:GO! Inviato alle fiere del nord-est italia per interviste e video!

View all posts by Donovan Rossetto