I migliori giochi, quelli che tutti conosciamo, anche se non ci abbiamo mai giocato, sono quelli che non necessitano di assurdità all’interno.

Tutto questo parlare delle varie personalizzazioni dei Tanti peni in Cyberpunk 2077, forse non si sa che esistono giochi solo con i peni, o dei mini games ancora più spinti. È importante in un gioco la dimensione del pene????

Altri giochi hanno inserito questa personalizzazione e indovinate un po’? Tutti flop!

su questa dinamica di gioco a che servono le dimensioni del pene?

Uno degli ultimi è stato il titolo della Funcom Conan Exiles, con pene e seno personalizzabile in lunghezza e larghezza ma bug ovunque durante la partita, bug terrificanti come mancanza di animazioni e scomparsa dei nemici.

Questa aggiunte particolari che servono solo ad attirare l’attenzione dei meno esperti le vediamo nei titoli di produzione minore, puntando così alla comicità volgare non avendo molto da offrire. Infatti titoli minori che troviamo nel web, molti anche su Steam, utilizzano questa tecnica per vendere un poco. Si il gioco sarà bruttissimo ma voglio personalizzare il pene! Frase tipica di chi si accontenta di poco.

Cyberpunk 2077 avrà tanti peni, è questo purtroppo fa notizia, l’anno scorso prima dell’ennesima posticipazione, CD Project Red ha fatto girare la notizia che sarà possibile creare un personaggio Transgender, ma ancora nei gameplay non abbiamo visto questa opzione.

Ricordiamo che l’unica creazione di questo sviluppatore degna di nota è il titolo 3 di The Witcher, questo è stato creato sul duro lavoro dello scrittore Andrzej Sapkowski, ma ripeto solo il terzo titolo è stato apprezzato dopo due precedenti discutibili. Questo è per dire che…Pensate che Cyberpunk 2077 sia tutta una loro idea? Beh assolutamente no!

Basato sulle opere degli scrittori William Gibson, Bruce Sterling ed altri del movimento cyberpunk o “mirrorshades”, nasce il gioco da tavolo, molto famoso tra gli appassionati del genere. Il gioco da tavolo ispirato ai romanzi si chiama Cyberpunk 2020.

Il gioco si snoda particolarmente sulla frenesia dell’ambientazione e sul fatto che i personaggi siano sempre edgerunners, ovvero corridori “sul filo del rasoio”, sovente ricercati da potenti individui facenti capo a spietate megacorporazioni. In un’epoca in cui il potere dei governi centrali si indebolisce sempre più, le corporazioni sono vere padrone del mondo, capaci di scatenare guerre e regolare ogni aspetto dei mercati, i giocatori trovano spunto per collaborare o scontrarsi in un mondo irto di pericoli, dove feroci bande di assassini rivendicano la loro porzione di sangue negli sprawl, le sterminate periferie delle megalopoli americane, dove milioni di diseredati lottano ogni giorno per la loro sopravvivenza.

Inserire personalizzazioni del pene e attori come Keanu Reeves è un modo per coprire la grave semplicità di un titolo che ha fatto credere troppo nella sua potenzialità! Rimandato più volte perché non si sanno che pesci prendere!

Consiglio di non acquistarlo al lancio, ma aspettare e vedere con i propri occhi la realtà, che sarà tanta storia e un disperato gameplay!

Condividi

Commenti Facebook

About Donovan Rossetto

Esperto retrogame, possiede tutte le console dagli anni 90 ad oggi, collezionista di action-figure e storico campione di Tekken 3! Ultimamente ha grandi punteggi in CS:GO! Inviato alle fiere del nord-est italia per interviste e video!

View all posts by Donovan Rossetto