Tutti i buoni videogiocatori e amanti videoludici nascondono sempre una console di avvio veloce al mondo dei videogames, oppure hanno un paio di giochi installati nello smartphone!

La console Sup Retrogame promette bene! Ho detto promette attenzione, appunto perché tra dire il fare c’è di mezzo il mare, in questo caso il detto mantiene le promesse a differenza della console in questione.

La console ha un punteggio di parità tra pregi e difetti, ma in totale è una buona console, ora cerchiamo di essere più esaustivi possibili e farvi capire se acquistarla o meno.

Recensione della Console Sup

  • Schermo

La console ha uno schermo di 3 pollici, quasi equivalente a quello del buon Gameboy Color, solo che questo è visivamente più instabile e delicato, ma parliamo di 2 oggetti completamente diversi con prezzi altrettanto diversi tutt’ora.

Infatti a batteria scarica ridurrà la sua luminosità e nel caso dell’audio attivo lampeggerà a tempo di musica, ma a carica piena o media non avrà questo problema e l’utilizzo delle cuffie aiuterà molto.

I colori nel complesso sono vivaci e il gameplay graficamente parlando e ottimo.

  • Audio

L’audio è buono a livelli di acustica ma presenta un grave errore che farà si che odierai la console a volume alto, sono quasi sicuro che giocherai sempre a volume basso o meglio senza! Infatti tutte le colonne sonore 8 bit della tua infanzia o che ti sono sempre piaciute, anche se non c’è una storia dietro, non le avrai, ma avrai una versione di queste velocizzata.

Prova a pensare la mitica colonna sonora di Mario Bros che conoscono praticamente tutti, ora velocizzala 3 volte, avrai il risultato stressante della prima divertente canzoncina che non annoiava mai!

Ogni gioco presenta questo difetto, prima di riportare questo difetto mi sono consultato con colleghi e amici che ne hanno una, non sarà possibile giocarci a volume acceso anche perché questa velocizzazione distrugge il gameplay.

Sembra far velocizzare il ritmo del gioco, rovina il divertimento facendo venir voglia di correre tutto il tempo a causa dell’aumento inconcepibile della velocità del ritmo, ogni gioco ha le colonne sonore studiate per ogni livello, velocizzandole tutte ne esce solo caos!

  • Design

Ovviamente ricorda molto un GameBoy, il primo di questi per essere precisi, solo grande la metà e ovviamente più slim. Ha una plastica quasi riciclata e leggerissima, i tasti sono di buona qualità, perfetti durante il gioco anche più difficile.

I comandi vanno quindi alla perfezione e rispondono immediatamente, tra l’altro sono morbidi, il tutto ha veramente un bel design Retrogame, anche contemporaneo.

Sta bene in tasca e la moltitudine di colori, che per la maggiore arriva in maniera casuale all’acquisto, le rende collezionabili in un certo senso.

  • Giochi contenuti

Uno dei problemi più grandi:

I giochi contenuti nella console Sup retrogame (lista giochi)

I giochi promessi sono 400, infatti su questo non abbiamo niente da dire, ma sono 200 titoli, 100 copie/cloni dei 200 e 100 titoli non funzionanti, per un totale di 200 titoli effettivi.

Quindi è possibile giocare solo a 200 titoli, tra cui troverete un sacco di liste giochi on-line penso scritte a fiducia o in maniera casuale, nessuno dei giochi trovati nelle liste on-line è all’interno della console Sup.

Però non mancano i Super Mario, i Double Dragoon, Tetris, e tutti gli altri super classici 8-bit.

Sperate solo che quelli che vi piacciono o quelli per cui acquistate la console funzionano, se volete una lista giochi reale non me la sento di scriverla, a causa che ogni console a giochi diversi dall’altra, colpa dei cloni e non funzionanti, ma per farvi capire il contenuto ho usato appunto il termine Super classici 8-bit. 

Ma precisiamo che sono 200 circa i titoli realmente giocabili e funzionanti nella console.

  • Altre info

Nella console troviamo anche il cavo per collegarla alla televisione, ma questo è di scarsa qualità e veramente corto.

Un cavo di ricarica mini usb, visto che la console ha all’interno una batteria al litio e quindi non necessita di batterie.

Ed è possibile acquistare la versione con il Joypad aggiuntivo, oppure acquistarlo poi, ma attenzione…. 2 casi su 3 non funziona! Nel mio caso non posso recensirlo perché appunto non si connette e non risulta, a causa del Joypad stesso o dell’ingresso della console!

Dopo quanto detto è un buon acquisto la console Sup Retrogame?

Non è un brutto acquisto per molti motivi, la batteria a litio non ci farà spendere ulteriore denaro in batterie, anche se non giochiamo più di un ora la possiamo caricare ovunque.

Costa dalle 15€ alle 20€ quindi è super economica, ricordando che console simili ma di qualità maggiore arrivano anche a 300 euro, talvolta nemmeno dando molto di più.

È bella e in vecchio stile retrogame, questo va premiato, leggera e funzionale nei comandi, cosa più importante secondo me.

Unico difetto di livello colossale è proprio l’audio velocizzato! Ma tra prezzo e difetti, quello che ne esce è una console a costo basso con una degna giocabilità!

Quindi l’avete acquistata la Sup Retrogame? Fatecelo sapere e condividi questa recensione nei social, può essere utile!

Toy Story: Il videogioco del 1995

Condividi

Commenti Facebook

About Donovan Rossetto

Esperto retrogame, possiede tutte le console dagli anni 90 ad oggi, collezionista di action-figure e storico campione di Tekken 3! Ultimamente ha grandi punteggi in CS:GO! Inviato alle fiere del nord-est italia per interviste e video!

View all posts by Donovan Rossetto