Playstation, Xbox nessuno è perfetto!

Per alcuni la propria console è l’ inseparabile migliore amica, ma si sa, nessuno è perfetto!

La scelta di una console, per i giovani aspiranti gamers, è un vero e proprio dilemma, per i veterani, invece, non ci sono dubbi. Ora vi spiego perché nessuno è perfetto!

Quanti scontri verbali, a volte anche poco ‘ortodossi’, tra gli amanti della Play e quelli dell’Xbox!

Negli anni le case produttrici hanno fatto di tutto per soddisfare un popolo di giocatori sempre più vasto e sempre più esigente, dagli accessori più avanzati alla grafica più spettacolare.

Ma non tutte le ciambelle escono col buco! Andiamo alla scoperta dei flop più conosciuti del mondo dei videogiochi.

L’ Xbox e le scelte sbagliate di casa Microsoft 

 

La Furtbox 180

La Furtbox 180, è nata come una versione base della seconda versione dell’ Xbox, ma forse era un po’ troppo basilare.

In pratica, con 290€ ti portavi a casa una Xbox senza hardisk, controller senza fili, ethernet, alta definizione…

Non proprio un affarone se si pensa che con meno di 100€ prendevi la versione completa.

Xbox One, roba da ricchi!

Visto che la Sony aveva ricevuto parecchie critiche per il prezzo decisamente alto della Ps3, la Microsoft, con il lancio della One, ha voluto far vedere che si può fare ancor meglio.

Con il prezzo di lancio di 500€ e l’ abbinamento (obbligatorio) di un Kinect a 150€, riuscirono a far aumentare le vendite della Ps4 vertiginosamente!

La brutta fine della Rare.

La Rare ha prodotto giochi molto apprezzati, tipo”Donkey Kong” o “007”, fino a che non fecero una scelta infelice di farsi assorbire nel 2002  dalla Microsoft.

Persero il potere decisionale sul prodotto e furono obbligati a uscire con  giochi tipo “Grabbed by the Ghoulies”.

Un paio d’anni, gli sviluppatori della Rare si licenziarono praticamente tutti!

Anche la Sony ha regalato emozioni

 

La Playstation TV

Nel 2013 esce la Playstation TV, da connettere alla console portatile con la promessa di connettersi a tutto tranne  YouTube, Netflix, Amazon video e 3/4 dei giochi per incompatibilità.

Non credo ci sia da aggiungere altro…

Psp Go 

Doveva essere il pezzo forte della Sony, la console portatile del futuro, ma la Psp Go nasce nel  2010 e muore nel 2011.

Il designer anacronistico, il tempo per scaricare un gioco imbarazzante, il lettore UMD fu sostituito dal bluetooth e le batterie duravano pochissimo, ecco la ragione della fine.

Hackeraggio del 2011

Nell’ aprile del 2011 il Playstation network viene hackerato e 77 milioni di account, password, numeri di carte di credito vengono esposte.

Fortunatamente il problema si risolse in fretta e non ci furono danni evidenti, ma fu la peggiore falla sulla sicurezza fino ad oggi.

Nessuno è perfetto 

Come abbiamo  visto, neanche brand famosi come Sony e Microsoft sono immuni da fallimenti.

Negli anni, Playstation e Xbox  ci hanno regalato tante emozioni e un buon modo per evadere dai problemi di tutti i giorni, qualche errore glielo possiamo perdonare!

Infondo sono più i lati positivi che quelli negativi, grafica, accessori e giochi sono in continua evoluzione.

Ora possiamo tornare a discutere violentamene e in modo poco ortodosso, su quale console sia la migliore.

https://www.elcarteldelgaming.com/2020/02/pc-2/cryengine-integra-razer-chroma/

 

La redazione  è composta da un team di editori professionisti e da collaboratori occasionali che decidono di inviare articoli. Questi editori spontanei e momentanei offrono una prospettiva diversa e fresca sui vari argomenti trattati, arricchendo il contenuto del sito e fornendo un punto di vista alternativo. La redazione lavora instancabilmente per selezionare e rivedere gli articoli per garantire che il contenuto sia di alta qualità e interessante per i lettori.