La menzione di Cupido evoca in genere le immagini di un bambino alato cherubico che brandisce un arco e una freccia, ma non è sempre stato così.

Molto prima che i romani lo adottassero e lo ribattezzassero, Cupido era noto ai Greci come Eros, il dio dell’amore.

Uno dei primi autori a menzionare Eros (circa 700 a.C.) fu Esiodo, che lo descrisse in “Teogonia” come una delle divinità cosmogoniche primordiali nate dall’uovo del mondo. Ma i resoconti successivi del lignaggio di Eros variano, descrivendolo come il figlio di Nyx ed Erebus; o Afrodite e Ares; o Iris e Zephyrus; o perfino Afrodite e Zeus, che sarebbero stati sia i suoi genitori che i suoi nonni.
Risultato immagini per cupido


Armato con un arco e una faretra piena di due frecce, quelle per far nascere la passione e quella per enfatizzarla, Eros colpì il cuore di dei e mortali e giocò con le loro emozioni. In una storia dell’antica mitologia greca, che fu successivamente raccontata da autori romani, Cupido (Eros) lanciò una freccia d’oro su Apollo, che si innamorò follemente della ninfa Dafne, ma poi lanciò una freccia di piombo su Dafne in modo che fosse respinta da lui.

In un’altra allegoria, la madre di Cupido, Venere (Afrodite), divenne così gelosa della bella mortale Psiche che disse a suo figlio di indurre Psiche a innamorarsi di un mostro. Invece, Cupido si innamorò così tanto di Psiche che la sposò, a condizione che non potesse mai vederlo in faccia. Alla fine, la curiosità di Psiche ebbe la meglio su di lei e lei rubò uno sguardo, facendo fuggire Cupido dalla rabbia.
Risultato immagini per eros dio

Nella poesia del periodo arcaico, Eros era rappresentato come un bel immortale che era irresistibile sia per l’uomo che per gli dei. Ma dal periodo ellenistico, fu sempre più rappresentato come un bambino giocoso e birichino. Ed è cosi che questo pupo paffuto che induce all’amore che è persistito nel tempo ed è diventato la nostra onnipresente mascotte di San Valentino.

Alla prossima e tanti auguri! 

Bot: Quali sono? Cosa fanno?

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.