Winnie The Pooh storie di droga,satana e di gravi disturbi mentali!

Un saluto a tutti cari amici amanti del mistero, adesso vi volevo parlare di vari misteri sul famoso cartone animato Disney.

Winnie the Pooh.

Tratto dal romanzo fantastico di Alexander Milne padre di Christopher Robin, personaggio realmente esistito, la Disney ha tratto una serie di cartoni animati prendendosi i diritti d’autore dopo la morte dello scrittore.

La scrittrice Lindsay Mattrick ha scritto un romanzo intitolato Finding Winnie: The true story of the world’s most famous bear, con le illustrazioni di Sophie Blackall, che narrano la storia del veterinario Harry Colebourn, bis nonno della scrittrice, in cui salvò la vita ad un cucciolo di orso femmina che aveva una zampa legata ad una trappola e dopo averla curata, la nominò Winnie, dalla città canadese dove lui abitava Winnipeg.

Questa femmina di orso venne vista da Christopher Robin e da suo padre, che poi ne fece un romanzo e Christopher si “innamorò” di questo esemplare femmina di orso e cambiò il nome al suo orsacchiotto di pezza che prima si chiamava Adward e poi Winnie.

Quindi Winnie the Pooh sarebbe una femmina, non un maschio come tutti noi siamo abituati a credere,il nome Pooh sarebbe il nome proprio di un cigno di cui era conosciuto da Christopher e da suo padre.

Christopher Robin quando divenne grande, iniziò ad odiare suo padre perché credeva che esso non avesse rispettato la sua privacy.

Una teoria del complotto riguardante questo simpatico orsacchiotto vuole che sia un adoratore di Satana, da una scena in cui lei (ricordiamo che è una femmina) come si alza dal letto, fa delle flessioni davanti allo specchio e dei gesti strani, che per alcuni complottisti sarebbero degli inchini a Satana.

In cina è stato bandito questo cartone animato, data la somiglianza con il presidente e dittatore comunista Xi Jimping, che a causa di tutti i Meme che giravano su Facebook, hanno fatto infuriare il capo di stato cinese facendo eliminare questo cartone animato.

In modo che nessun cinese potesse prenderlo in giro. Poverino! 😀

Esistono teorie che non partono da un complottista qualunque, ma da uno psichiatra americano Matthew Wilkinson, sostenendo che Winnie the Pooh e i suoi amici sono tutti dei malati mentali, infatti lo stesso Winnie the Pooh ha disturbi alimentari, siccome continua sempre a mangiare miele e cibi dolci, lamentandosi a volte della sua linea e del suo peso, senza mai riuscire a dimagrire.

I PROBLEMI

Il coniglio Tappo ha un disturbo ossessivo compulsivo,infatti lo vediamo sempre che detesta il disordine e cerca sempre di tenere tutto ordinato e pulito, altrimenti inizia ad agitarsi.

La tigre Tigro ha problemi di iperattività, lo vediamo sempre allegro e saltellante sulla sua coda, sempre in movimento, non sta mai fermo ed ha disturbi della concentrazione.

Il maiale Pimpi è sempre stressato e si crede un peso per i suoi amici, che in realtà gli vogliono bene,quindi ha disturbi d’ansia ed attacchi di panico.

Il gufo Uffa è il più colto e saccente del gruppo, l’unico che sa leggere e scrivere, ma ha disturbi di dislessia ed a volte è pure molto narcisista.

L’asino Hi – Ho evidentemente è depresso cronico.

La madre camguro Kanga ha disturbi di ansia sociale, infatti è sempre dietro a suo figlio Ro e lo controlla in ogni sua minima mossa, perché crede che suo figlio sia in pericolo a stare con quel gruppo.

Ro ha sicuramente qualche problema di autismo, perché ha bisogno di sua madre che sta sempre con lui e non lo lascia mai.

Christopher Robin ha la schizofrenia, perché secondo questo psichiatra americano, ha solo amici immaginari.

LE DROGHE

Altre teorie complottiste dicono che i personaggi del cartone animato sono tutti drogati;

Hi – Ho si fuma la marijuana

Pimpi abusa di mushrooms, un fungo allucinogeno che porta ad attacchi d’ansia

Tappo abusa di cocaina

Tigro abusa di extasy, perché è sempre agitato ed in movimento

Winnie the Pooh abusa di LSD, si pensa che questi allucinogeni aumentino l’appetito

Christopher Robin abusa di allucinogeni, per questo sogna di essere amico con i suoi pupazzi di peluche come se fossero animati

Ed infine il gufo Uffa, sempre ad aiutarli e quindi è il loro spacciatore di fiducia.

Queste sono soltanto alcune teorie complottiste su Winnie the Pooh.

Dimenticavo negli stati anglosassoni, Pooh potrebbe significare un termine dialettale ed infantile per dire cacca, come per dire Winnie la cacca. Il castoro De Castor, non esiste nel romanzo originale, ma compare soltanto nel cartone animato ed è stato inventato di sana pianta dalla Disney.

Ditemi voi a quale di queste teorie credete realmente, con questo adesso chiudo un abbraccio dal Gran Mitico/Luigi Sauro.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.